1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Airola, Opposizione all’attacco “Dimettetevi!”
0

Airola, Opposizione all’attacco “Dimettetevi!”

Airola, Opposizione all’attacco “Dimettetevi!”
0

“Gli ultimi due Consigli comunali hanno evidenziato, una volta in più, la catastrofica situazione politica ed amministrativa in cui versa Airola a causa del totale fallimento della gestione Napoletano sindaco e della
inadeguatezza di quella attuale; il ritorno del figliuol prodigo, ha immediatamente trasformato il Consiglio comunale in uno spettacolo pirotecnico di bassa lega, con una dialettica confusionaria e spesso ridotta a comizi fuori luogo e dichiarazioni pubbliche a dir poco allarmanti, come quella di rendersi disponibile a votare
favorevolmente qualsiasi progettualità di milioni di euro, a prescindere dall’utilità della stessa, dalla
conoscenza degli atti, ma soprattutto prescindendo dalla capacità di spesa dell’Ente”. torna ad intervenire il quintetto di opposizione di Airola Abbate-Falzarano-Maltese-Supino-Stravino (quest’ultimo in foto). “Peraltro – proseguono – la legittima esultanza per gli esiti processuali, devono aver confuso il neo capogruppo Napoletano, se, fresco di nomina alla carica di vicecoordinatore provinciale di Forza Italia, per la verità in folta compagnia, ha ritenuto di partecipare alla manifestazione organizzata dal Governatore De Luca contro il
Governo Meloni di cui Forza Italia è una delle forze politiche trainanti. Deve essere l’effetto stordente degli innumerevoli cambi di casacca…alla fine non sai più chi sei né dove vai! Intanto, la luce in fondo al tunnel diventa sempre più fioca ed ancora una volta siamo costretti a correre dietro alle imprese personali dell’inadeguato amministratore di turno. I servizi peggiorano, le tasse rimangono altissime sulle spalle dei cittadini ed Airola si risveglia ogni giorno più insicura, costretta a registrare sempre nuovi episodi di furti. Il territorio è sempre più vulnerabile alle aggressioni di delinquenti e malintenzionati, sia nelle piazze e nei locali sia nelle proprie abitazioni. E l’impianto di videosorveglianza, che poteva rappresentare almeno un argine con l’innegabile forza deterrente delle telecamere? Inattivo per almeno il 70% dei dispositivi. Vergogna. Airola è ormai preda di grandi investitori che, in assenza di una classe politica, fanno ciò che vogliono: non
pagano fitti e tributi per circa 2 milioni di euro, costringendo il Comune ad intraprendere contenziosi onerosi
solo per recuperare quanto gli compete, alzano antenne telefoniche di 30 metri a ridosso delle abitazioni con
il silenzio assenso del Comune.

“I FALLIMENTI DELLE OPERE PUBBLICHE”

I fallimenti delle opere pubbliche – su tutti il project financing – causano buchi milionari ed impoveriscono il patrimonio dell’Ente, oltre aver deturpato piazza Annunziata. Ma né i fallimenti, né il rispetto della norma, né le richieste reiterate di questa opposizione inducono questa amministrazione ad applicare la rotazione dei dirigenti, ferma al palo per le più svariate e risibili ragioni. Il Cimitero da troppo tempo non è più soltanto il luogo di sepoltura dei nostri cari, ma rappresenta un groviglio inestricabile di inefficienze, di ambiguità con criticità che rischiano di incancrenirsi per la distratta inefficienza di chi ci amministra. Che paese siamo diventati se è vero come è vero che, nel 2024, ci sono concittadini che non hanno acqua nelle loro case? A tutti noi – la conclusione – rimarranno le conseguenze dei comportamenti di chi non riuscirà mai a vedere questo disastro economico, patrimoniale e sociale. Un sussulto di responsabilità! Questo ci attenderemo da questa Amministrazione. Dimettetevi!”

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: