Home ARTICOLI Sant’Agata de’ Goti, programma: le priorità di Fusco
0

Sant’Agata de’ Goti, programma: le priorità di Fusco

0

“Tra le priorità del programma politico della lista ‘Dei Goti con Carmine Valentino sindaco’ ci sono cultura, turismo e accoglienza”. Così Giannetta Fusco, candidata al Consiglio comunale a sostegno di Carmine Valentino sindaco. “Tra le azioni – ancora Fusco – c’è la promozione dei riconoscimenti e degli eventi di cui può pregiarsi Sant’Agata De’ Goti quali Bandiera arancione, Città europea del vino 2019, Tufacea, Sant’Agata città in festa, mostre come Ratto d’Europa, Stirpe di Draghi, Natalillustri, il Primo Enigma. Così come – insiste l’uscente assessore – la promozione del ruolo e della funzione di Sant’Agata quale porta di ingresso del Parco regionale del Taburno e la valorizzazione dell’Acquedotto Carolino attraverso progetti, come quello già messo in campo, inerenti la realizzazione di un percorso ciclopedonale lungo lo stesso e di infrastrutture turistiche che coinvolgano, non solo le porte di accesso del nostro vasto territorio santagatese ma anche i Comuni limitrofi. Un ruolo di rilevante importanza – continua Giannetta Fusco – avrà l’istituzione e la realizzazione di un punto di riferimento dell’Agenzia regionale per il turismo in spazi comunali già disponibili e fruibili, attraverso il quale si possa ‘fare rete’ all’interno e all’esterno del nostro territorio, operazione fondamentale per il continuo alimentare dei processi turistici.
Una azione di promozione che deve essere affiancata da interventi di digitalizzazione che potranno contribuire ad una valorizzazione ancor più forte stimolando l’esperienza del contatto diretto col pubblico. È necessario cogliere grandi opportunità come quella del Green Deal e dell’innovazione digitale.
Ed infine – conclude Giannetta Fusco – affinché il Centro storico diventi ancor più centro nevralgico di attività a servizio della comunità, puntiamo alla riqualificazione dell’immobile ex Banco di Napoli attraverso la realizzazione di una struttura polifunzionale per la valorizzazione culturale e turistica e all’identificazione e classificazione dei “belvedere” accessibili al pubblico, che per un centro storico hanno, oltre ad una funzione di riconoscimento identitario e culturale, anche una vocazione turistico-ricreativa e possono essere inseriti – la conclusione – in un progetto di valorizzazione pensandoli come possibili punti di sosta all’interno di una rete di percorsi attorno ai beni del nostro territorio”.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: