1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Montesarchio | L’ultimo saluto a Giovannandrea Parente
0

Montesarchio | L’ultimo saluto a Giovannandrea Parente

Montesarchio | L’ultimo saluto a Giovannandrea Parente
0
0

“Oggi era doveroso stare qui in nome e per conto della nostra comunità, un pensiero fraterno alle sorelle di Giovanni ed in particolare a lui che ha perso la vita per un accadimento molto grave”, così ci ha detto il primo cittadino Franco Damiano che ha ringraziato in maniera particolare le forze dell’ordine impegnate sempre più nella conclusione delle indagini. Ha poi precisato: “ dobbiamo collaborare tutti insieme, segnalare qualsiasi situazione che possa determinare eventi criminosi, questo è un momento di lutto per tutta la comunità ed insieme dobbiamo essere capaci di superare il buio creando una forte unione”. Giovanni è morto per le conseguenze di una brutale rapina subita nella sua abitazione e la città di Montesarchio gli ha dato l’ultimo saluto. Nel Santuario della SS.Trinità dove si sono svolti i funerali oggi pomeriggio regnava un silenzio surreale, interrotto solo dal canto della fede . Sugli occhi dei presenti era chiaro il sentimento di rabbia mentre accanto alla bara spiccava l’alta uniforme di un agente della polizia municipale. Hanno partecipato al rito funebre, inoltre, il Sindaco, le autorità civili e militari. Tutta la comunità si è mostrata sdegnata per il gravissimo fatto accaduto.Toccanti le parole della dirigente Maria Rosaria Damiano:” è ancora vivo in me il ricordo di questa parte di Montesarchio, in cui ho trascorso la mia infanzia, quando le prime luci della sera trasformavano questo luogo in poesia.Gli abitanti, in gran parte contadini, tra cui Giovanni, tornavano dalla campagna, si incontravano, dialogavano, c’era un gran bene e una grande solidarietà. Ricordo Giovanni come un uomo che ha fatto del lavoro, dell’onestà e della semplicità i suoi principi. E’ stato un uomo molto semplice…e la semplicità non è un limite ma una straordinaria forma di grandezza”. Ha concluso così:” la terra che hai sempre accarezzato con le tue mani ,che hai sempre coltivato con tanto amore oggi ti sia lieve. Dai ora la forza alle persone che hai amato e a cui mancherai”. Incisive anche le parole di Don Ivan bosco:” le persone cattive sono molto di meno di quelle buone, solo se i buoni vivendo in comunità si vogliono bene e collaborano tra loro potranno affrontare e vincere i cattivi, altrimenti i cattivi prevarranno. Non si può morire così la vita è un dono e va rispettata”.Giovanni conosciuto come la persona “casa e lavoro” per un gruzzolo di denaro non è più tra noi ma al di sopra del tempo e dello spazio ed è andato ad esplorare cieli più belli, più magici ma soprattutto più sereni.

BRIGIDA ABATE

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: