1. Home
  2. POLITICA
  3. Bonea. Amministrative: Raffaele Perone annuncia la candidatura a sindaco
0

Bonea. Amministrative: Raffaele Perone annuncia la candidatura a sindaco

Bonea. Amministrative: Raffaele Perone annuncia la candidatura a sindaco
0
0

Bonea: Amministrative del prossimo 3 e 4 ottobre 2021

Il candidato sindaco Raffaele Perone, professionista e figura imprenditoriale nel settore edile ed immobiliare scende in campo per le prossime amministrative di Ottobre nel piccolo paese della Valle Caudina, annunciando la sua candidatura a Sindaco di Bonea. All’uopo il nuovo candidato sindaco in contrapposizione all’Amministrazione guidata da Roviezzo, compatto con la sua squadra di governo rileva ed afferma quanto segue:

Bonea sulla bocca di tutti!!!!

Sbagliare e umano ma perseverare è diabolico!!!

Cari cittadini, cari amici ed amiche, ritengo ancora per l’ennesima volta informare e manifestare gli innumerevoli problemi che l’Amministrazione Roviezzo sta creando all’intera cittadinanza e non solo.

L’attuale Amministrazione Roviezzo afferma: “Stiamo, sin dall’inizio della nostra Amministrazione, operando al fine di risollevare le sorti della nostra Comunità. Con una attenta attività di programmazione tecnico-politica. Stiamo intervenendo in molteplici versanti. Dalla viabilità alla sicurezza passando dalla riqualificazione di riferimenti pubblici importanti come Municipio e scuola. Ma abbiamo tanto da avviare e tanto ancora abbiamo pianificato per il futuro. Il nostro impegno per una Bonea migliore e per un paese che sia sempre più fruibile per il cittadino”.

Cari cittadini, purtroppo così non è !!!!

Stiamo vivendo un incubo da cinque anni ormai, ma soprattutto nell’ultimo periodo assistiamo all’inverosimile. 

Si parla di risolvere le sorti del paese, non ci credo!!!

Bonea è sulla bocca di tutti.

Purtroppo assistiamo a cose da pazzi, siamo di fronte ad una distruzione totale della viabilità ed un stravolgimento tecnico delle sedi stradali fuori da ogni logica progettuale. Strade completamente distrutte, pericolosissime al transito dei veicoli e dei pedoni, lasciate all’abbandono più totale. Illuminazione pubblica distrutta, inesistente da più di un anno su via Vignale con lavori fermi. Lavori eseguiti senza alcuna cognizione, ristringimento della carreggiata, marciapiedi inutili che si allargano e si restringono senza alcun senso logico. Presenza di pali elettrici che insistono sul marciapiede ostacolando ed ostruendo il passaggio di pedoni, accessi alle proprietà private che sembrano delle montagne da scalare per accedervi. Conformazione della sede stradale inverosimilmente trasformata.  Ultima novità di pochi giorni fà è la realizzazione sempre su via Vignale subito dopo la nota attività ricettiva denominata La Vigna del ristringimento della curva che porta al centro del paese e all’ufficio postale, prima larghissima e sicura, adesso estremamente pericolosa a dir poco da brivido tale da poter provocare seri problemi alla circolazione stradale e innumerevoli scontri tra autoveicoli. Da anni le Amministrazioni precedenti hanno fatto in modo di allargare quel tratto di strada, adesso il sindaco Roviezzo insieme ai sui amici  bene ha pensato di tornare alle origini, ristringendo tutto pur avendo a disposizione ampio spazio per poter eseguire al meglio i lavori attraverso una attenta progettazione e valutazione dello stato di fatto. Segnaletica stradale, sicurezza sui luoghi di lavoro, inesistente. Siamo in presenza di un percorso di guerra, strade dissestate, buche di ogni genere, con aggravio di spese per le casse comunali a discapito dei cittadini a seguito degli innumerevoli sinistri che il Comune si ritrova a pagare e fronteggiare.

Su via Bacile non si vede all’orizzonte alcun spiraglio di luce, lavori bloccati a seguito di mancate autorizzazione allo spostamento della linea elettrica con conseguenti voragini pericolose ai margini della strada. Lo stesso dicasi per l’incrocio con via Mosca e via Vignale direzione Montesarchio, lavori interrotti ed abbandonati in attesa delle dovute autorizzazioni, mai pervenute.

Cosa vogliamo aggiungere ancora?

Vogliamo parlare di via Fizzo abbandono totale. Campo di calcio trasformato in discarica a cielo aperto, cumuli di macerie ovunque, rovi, erbacce, risultato: campo sportivo inesistente, distrutto, praticamente abbandonato.

Vogliamo parlare del centro storico e più precisamente del Largo S. Angelo? Distruzione totale di abitazioni private senza alcun senso, masserizie di ogni genere, messa in sicurezza inesistente delle abitazioni limitrofe, stato di abbandono totale, rottura di tubazioni dell’Alto calore, con conseguente spreco d’acqua, bene preziosissimo, praticamente siamo di fronte allo scoppio di una bomba e tutto lasciato all’abbandono più totale.

Ma non abbiate paura cari cittadini, tanto a dire dell’attuale Amministrazione Comunale “c’è ancora altro e le sorti del paese sono state risollevate”.

Il meglio deve ancora venire!!!!

Se tutto questo rappresenta il prefazio a quello che deve ancora venire, allora ci auguriamo che non avvenga più nulla, per il bene di tutti.

Non ci sono parole!!!

Mai e dico mai Bonea era scesa così in basso, la peggiore Amministrazione Comunale che abbia mai visto.

Vogliamo parlare del servizio civile che è stato bandito e dei soggetti che sono stati selezionati, ma soprattutto del modo e del perchè sono stati scelti ed individuati i candidati?

Stendiamo un velo pietoso, tanto la verità e sotto gli occhi di tutti.

Al popolo in verdetto finale sul modus operandi di questa Amministrazione.

Ormai siamo agli sgoccioli, il tempo è veramente scaduto.

Concludo rivolgendomi alla cittadinanza che io sono a disposizione di tutti, nella speranza di poter trovare il consenso dei cittadini e di riuscire a trasmettere un messaggio di reale vicinanza e ascolto delle esigenze di tutti, cordialmente vi saluto, ricordandovi sempre che se lo vorrete sarò il SINDACO DI TUTTI E PER TUTTI!!!

Candidato sindaco

Raffaele Perone

Voglio infine salutarvi con una citazione di un grande uomo

“Ricordate sempre che la rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, ma il CAMBIAMENTO si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita, più forte di una lupara e più affilata di un coltello”

Paolo Borsellino

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: