1. Home
  2. CRONACA
  3. Sant’Agata, si ferisce con calibro 16: braccio semitranciato
0

Sant’Agata, si ferisce con calibro 16: braccio semitranciato

Sant’Agata, si ferisce con calibro 16: braccio semitranciato
0
0

Il drammatico incidente si consuma poco prima delle 14:30.
Un uomo, residente a contrada Bosco Cupo, avverte il colpo di un’arma da fuoco provenire in modo distinto dall’abitazione del suocero, che vive poco distante.
Si fionda a casa del congiunto e rinviene questi in un lago di sangue: l’82enne si è ferito in modo serio con un colpo d’arma da fuoco.
Probabilmente nell’atto di pulire l’arma, l’anziano, vedovo, ha inavvertitamente esploso un colpo con la calibro 16 a distanza zero
Il risultato è purtroppo squassante: il braccio è, di fatto, semitranciato, l’osso omerale fratturato ed esposto.
La freddezza, in queste circostanze, è determinante: il genero afferra un asciugamano, avvolge l’arto superiore del vecchietto (quello sinistro), carica quest’ultimo in auto e si invola verso il Sant’Alfonso Maria de’ Liguori che, fortunatamente, da quel punto del paese è distante appena qualche centinaia di metri.
Un pizzico di fortuna nella sfortuna dal momento che, diversamente, l’abbondante fuoriuscita di sangue non avrebbe lasciato importanti possibilità di sopravvivenza all’anziano.
Che, invece, se la caverà.
Giunti al Sant’Alfonso, i sanitari arrestano l’emorragia e dispongono il trasferimento al Rummo di Benevento.
Dove, diversamente dalle prime sensazioni, non si esclude di salvare il braccio dell’anziano.
Allertata, ovviamente, anche la Stazione Carabinieri di Sant’Agata de’Goti che sta accertando la dinamica del fatto.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: