1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Airola, Iacp Fossa Rena: verso abbattimento e ricostruzione tutti edifici
0

Airola, Iacp Fossa Rena: verso abbattimento e ricostruzione tutti edifici

Airola, Iacp Fossa Rena: verso abbattimento e ricostruzione tutti edifici
0
0

Nota stampa Sunia-Comitato Fossa Rena

“Abbiamo appreso con molta soddisfazione che si è concluso l’iter procedurale per la consultazione preliminare di mercato, messa in campo dall’Acer regionale, finalizzata alla raccolta di informazioni utili alla predisposizione della documentazione di gara riguardante la realizzazione di un intervento pilota di ristrutturazione edilizia del complesso di fabbricati, sito in Airola alla via Fossa Rena, mediante utilizzo dei bonus fiscali”. Così Giuseppe Falzarano e Giovanni Falzarano, rispettivamente Segretario provinciale Sunia e Presidente del “Comitato Riqualifichiamo Fossa Rena”. “Alla consultazione preliminare – proseguono i due – alla scadenza del termine previsto per il giorno 20 ottobre, sul portale Tuttogare hanno presentato istanza i seguenti sei operatori: Società di Ingegneria Pfc Srl; Opus Costruzioni Spa; Rti Conpat Scarl; Cytec Srl e Mec Industries Srl; Sicurbau Srl; Consorzio Fenix; Gione Spa e Consorzio Stabile Athanor. Ognuno degli operatori ha fatto la propria proposta per la realizzazione dell’intervento pilota di ristrutturazione del complesso di fabbricati di via Fossa Rena e un solo operatore si è dichiarato propenso alla demolizione e ricostruzione di tutti i prefabbricati. Dopo tali proposte, in data 30 dicembre 2020, la Commissione Acer di valutazione composta dal presidente Vincenzo Paolo e dai componenti Luigi Schiavo, Luigi Ghezzi, Alfredo Rondina, Carmine Andreotti, visti i risultati delle indagini strutturali eseguite dall’Amministrazione e per le scadenti caratteristiche tecniche e strutturali degli edifici interessati, la cui struttura è stata progettata in un’epoca in cui il Comune di Airola non era classificato come zona sismica, ha ritenuto come la soluzione da preferire sia quella che prevede la demolizione e ricostruzione di tutti i fabbricati e non solo di quello attualmente sgomberato. Questo significa che a giorni verrà pubblicato il bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione del citato intervento pilota dei fabbricati di via Fossa Rena. Tutto questo non ci fa che piacere, visto che fin dall’inizio noi come Sunia, insieme al “Comitato Riqualifichiamo via Fossa Rena”, abbiamo seguito passo passo tutte le vicissitudini della delicata questione e ci siamo battuti affinché gli inquilini e i proprietari sgombrati trovassero idonea sistemazione e una immediata risoluzione della problematica. A questo punto, visto che per la realizzazione di tutto si prevede una stima di tempo che va dai 14 ai 30 mesi, chiediamo da subito un incontro con i vertici dell’Acer per mettere in piedi un crono programma per la gestione delle famiglie residenti, che preveda il trasferimento temporaneo delle stesse presso alberghi o case in affitto, con contributo a carico dell’Acer, evitando – chiudono Giuseppe e Giovanni Falzarano – ciò che è accaduto con gli inquilini del fabbricato contrassegnato dal civico 15 già sgomberato”

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: