1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Montesarchio | Domani la presentazione del progetto di esplorazione sonora “RISONANZE DI VINO”
0

Montesarchio | Domani la presentazione del progetto di esplorazione sonora “RISONANZE DI VINO”

Montesarchio | Domani la presentazione del progetto di esplorazione sonora “RISONANZE DI VINO”
0
0

“Risonanze di vino”: domani a Montesarchio la presentazione del progetto di esplorazione sonora dei vini dell’area della Valle Caudina e del Taburno

Jo Burzynska @ FARM/Interferenze 2012

Il piacere del vino? Non dipende solo dal sapore o dall’odore, ma anche dal suono. Jo Burzynska, wine journalist ed artista sonora neozelandese che vive a Sydney, in Australia, ha sviluppato un progetto di ricerca sonora sui vini, finalizzata a restituire un’esperienza multisensoriale rispetto alla degustazione stessa.

Questo suggestivo progetto, che ha vissuto in questi giorni la prima tappa italiana nell’area della Valle Caudina e del Taburno, con il titolo “Risonanze di vino”, verrà presentato domani mattina alle 11:00 nel corso di un evento che si svolgerà presso il Cristina Park Hotel di Montesarchio.

Nel corso di una breve residenza, prodotta in collaborazione tra Cristina Park Hotel ed Interferenze new arts festival, curata da Leandro Pisano e Nicola Carfora, con il supporto enologico di Lucia Cioffi, Jo Burzynska, arrivata a Montesarchio il 27 settembre scorso, ha visitato alcune aziende vitivinicole di alta qualità della zona.

In occasione di questi sopralluoghi “multisensoriali”, la sound artist ha registrato suoni della fermentazione, delle cantine e dei vigneti, confluiti poi in una composizione sonora che verrà presentata al pubblico sotto forma di laboratorio degustativo nel corso dell’evento finale previsto domattina.

“Per me è sempre una rivelazione” afferma Jo Burzynska “quando inizio ad ascoltare e registrare le fasi di fermentazioni del vino. È la controprova che esistono fermentazioni differenti in fasi diverse che suonano per ogni vino in modo specifico. Alcuni produttori di vino vanno semplicemente ad ascoltare i loro barili, e saranno in grado di dirti in che fase si trova la fermentazione.”

L’esperienza di “Risonanze di vino” mira ad esplorare le connessioni multisensoriali “nascoste” durante la degustazione dei vini, rendendo evidente come esse presentino degli aspetti di senso specifici anche in relazione al suono. Al tempo stesso, alla base del progetto c’è l’idea che si possa amplificare il patrimonio di paesaggi e sapori di un areale di produzione come quello della Valle Caudina e del Taburno, secondo logiche innovative che legano tradizione e tecnologie, storie millenarie e nuovi scenari culturali e produttivi.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: