1. Home
  2. CULTURA
  3. Arpaia. Un murale per ricordare le Forche Caudine di Domenico Rotondi.
0

Arpaia. Un murale per ricordare le Forche Caudine di Domenico Rotondi.

Arpaia. Un murale per ricordare le Forche Caudine di Domenico Rotondi.
0

Un murale per ricordare le Forche Caudine
di Domenico Rotondi

Si è tenuta in Arpaia, lo scorso 18 maggio, l’emozionante inaugurazione del murale delle Forche Caudine, vale a dire un’affascinante opera d’arte che, essendo stata realizzata dagli artisti Naf-mk e NINAkANIN con i preziosi tratti stilistici della Street Art, raffigura meravigliosamente la gigantografia dello storico “Guerriero Sannita” di Pietrabbondante. L’iniziativa culturale è stata curata e promossa dall’associazione “Officina Sociale Pro Arpaia”, la quale, in collaborazione con l’Ente locale caudino, ha voluto dare seguito al programma di riqualificazione urbanistica del centro storico cittadino, peraltro avviato lo scorso anno e denominato “Anticamente”. Il murale ripropone la leggendaria figura del generale sannita, Gaio Ponzio, in un luogo altamente simbolico per le genti dell’antico Sannio, in quanto riafferma la sacralità della storica vittoria ottenuta dai guerrieri sanniti sull’esercito dell’Urbe nei pressi dell’antica Caudium. La memorabile battaglia, avvenuta nel 321 avanti Cristo, sancì la proverbiale umiliazione della superbia militare romana con il passaggio dei soldati sconfitti sotto il giogo dei sanniti. Un vero e proprio monito contro l’inumana brutalità della guerra, non voluta dalla civiltà sannitica. Non a caso, i popoli confederati dell’Appennino seppero difendere strenuamente, ma sempre con profonda lealtà, i valori della libertà e dell’indipendenza territoriale, senza mai indietreggiare di fronte al terribile genocidio perseguito da Silla. Una lezione ineguagliabile di civismo che meriterebbe la giusta attenzione da parte delle istituzioni culturali nazionali, anche perché sta crescendo sensibilmente l’interesse degli ambienti universitari europei nei confronti delle ricerche storiografiche sulle popolazioni italiche. Per di più, la semplicità di vita praticata nel Sannio caratterizzò gli usi e i costumi delle comunità appenniniche, capaci di sostenere le ragioni identitarie di un modello organizzativo avanzato. Detti rilievi scientifici indicano che il tessuto urbano sannita, basato sul modello policentrico, favoriva lo sviluppo armonico di ogni territorio, in evidente contrasto con la visione concentrica della città-stato. Il recente evento caudino ha visto la partecipazione di molti cittadini provenienti dai diversi territori dell’antico Sannio e, tra essi, non è mancata la significativa presenza della comunità molisana di Pietrabbondante, rappresentata degnamente dal sindaco Antonio Di Pasquo che ha evidenziato orgogliosamente l’insegnamento morale dei padri sanniti. La cerimonia si è conclusa con i saluti di Basilio Iuliano, presidente dell’associazione organizzatrice, e del sindaco di Arpaia, Pasquale Fucci.

sponsor sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: