1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Airola, Sicurezza e 118: Falzarano e Stravino pressano la maggioranza
0

Airola, Sicurezza e 118: Falzarano e Stravino pressano la maggioranza

Airola, Sicurezza e 118: Falzarano e Stravino pressano la maggioranza
0

“Ancora una volta l’inadeguatezza dell’Amministrazione Falzarano si palesa in tutta la sua inefficienza rispetto a due problematiche di rilevantissimo ordine sociale quali la perdita del 118 e la sicurezza del territorio”. Esordisce così nota congiunta a firma di Giuseppe Stravino e di Gennaro Falzarano. “La questione del 118 – evidenziano – è stata discussa ampiamente nel Consiglio comunale di Sabato 24 (vedi altro articolo in pagina, n.d.r.) e, al netto delle decisioni organizzative dell’Asl e del Direttore generale dottor Gennaro Volpe, cui va rivolta sempre la nostra stima per l’abnegazione ed il lavoro profuso fin d’ora, la cosa che ci preoccupa di più è la completa impreparazione sull’argomento da parte del sindaco Falzarano e della sua Amministrazione che non è stata in grado di evitare la perdita della ambulanza con medico a bordo già attiva da anni ad Airola, consentendone lo spostamento a Montesarchio. Gravissima anche la posizione superficiale e poco attenta dell’Amministrazione rispetto al tema della sicurezza sul territorio comunale. Infatti, a seguito dei numerosissimi furti perpretrati in Airola nell’ultimo mese, nulla ancora è stato intrapreso per cercare di arginare il grave fenomeno delinquenziale. A tal proposito, l’intera opposizione (Abbate, Falzarano, Maltese, Stravino, Supino), aveva chiesto di inserire come ulteriore oggetto all’ordine del giorno del Consiglio comunale del 24/02/2024 la questione “sicurezza” al fine di prendere iniziative utili ad arginare il fenomeno, mai visto prima, dei numerosissimi furti che si stanno verificando in Airola. La risposta del presidente del Consiglio comunale Boccalone è stata: vedremo! Anche in questo caso l’Amministrazione si è mostrata superficiale, impreparata e non sensibile al gravissimo problema che imperversa sul territorio e, soprattutto, lontana da tutti i cittadini che hanno avuto danni economici e alle abitazioni. Eppure si stanno verificando casi limite, quasi a ricordare il famoso ladro lupin. Nessuna risposta, non si attivano da anni le telecamere urbane e periferiche ( solo il 40% di esse funziona) a fronte di un investimento a carico dei cittadini di circa 100.000 euro. Non è stata richiesta la convocazione del Comitato di sicurezza, non è stato investito il Prefetto del problema e non si vuole convocare neppure un Consiglio comunale urgente per cominciare a parlarne”. “A tal proposito – specifica in particolare Stravino – voglio far presente che, a seguito dell’esplosione di una bomba carta avvenuta presso la mia azienda il 24/12/2022, il Ministero degli Interni ha riconosciuto l’accaduto come intimidazione di matrice politica, assegnando 7.500 euro al Comune di Airola da spendere per la messa in sicurezza del luogo in cui è avvenuto il fatto e per il risarcimento dei danni provocati all’azienda. Avuto notizia della cosa, ho comunicato al sindaco e a tutti gli organi preposti, tramite pec, di voler rinunciare a qualsiasi aiuto economico a favore della installazione di telecamere perimetrali al parco Lorenzo e nelle zone limitrofe, in questo periodo particolarmente vessate da tentativi di furto di cui alcuni andati, nostro malgrado, a buon fine. Dunque il parco Lorenzo e le zone limitrofe saranno messe nuovamente in sicurezza, quella sicurezza che avrebbe potuto già avere in quanto soli tre anni fa feci allocare telecamere che l’Amministrazione Falzarano ha ritenuto opportuno togliere”.

LA RICHIESTA

“Cari cittadini – nuovamente i due consiglieri – siamo in balia della tempesta, siamo stati lasciati soli da amministratori inadeguati che hanno imparato solo a fare giochetti di palazzo, strumentali a posizioni personali che mantengono saldamente consentendo deplorevoli salti della quaglia da uno schieramento all’altro. Chiediamo pubblicamente la convocazione di un Consiglio comunale ad hoc aperto, con la presenza di tutti i responsabili comunali, provinciali e regionali alla sicurezza affinché si argini questo odioso fenomeno delinquenziale che non ha mai appartenuto, fino ad ora alla nostra Comunità ed al nostri territori. Se non lo farete, vi chiediamo di dimettervi per il bene di tutti…”. “Come Capogruppo di “Per Airola 2026″ – chiude Stravino – vorrei manifestare la mia solidarietà nei confronti dell’amico consigliere Gennaro Falzarano per aver ricevuto, in Consiglio comunale, insulti indegni da un appartanente alla maggioranza che, invece di pensare a lavorare e a fare bene, ha ancora una volta contribuito ad accendere i toni ed abbassare il livello della dialettica politica”. 

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: