1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Durazzano, “Festa di San Biagio”: la Cantata dei Mesi e il Gusto delle Tradizioni
0

Durazzano, “Festa di San Biagio”: la Cantata dei Mesi e il Gusto delle Tradizioni

Durazzano, “Festa di San Biagio”: la Cantata dei Mesi e il Gusto delle Tradizioni
0

La Festa di San Biagio ed affascinante intreccio di tradizioni antiche e autentiche.
Il tutto “servito” nel cuore di Durazzano. La celebrazione, radicata nel tessuto storico del paese, unisce la devozione religiosa a una manifestazione unica di cultura popolare. Al centro di questa festa risplende la Cantata dei Mesi, un’antica tradizione contadina le cui origini sono incerte. Tuttavia, cenni storici ne attestano l’inizio sin dalla fine del 1800. Le radici della Cantata dei Mesi affondano nel contesto agricolo di Durazzano. Originariamente, infatti, queste mascherate contadine rievocavano il ciclo delle stagioni e della vita nei campi, offrendo uno sguardo coinvolgente nelle tradizioni agricole del passato. Per rispettare la tradizione, i versi e le filastrocche recitate dagli attori protagonisti delle cantate si tramandano di generazione in generazione e si custodiscono gelosamente. Un ruolo fondamentale è rivestito dalla famosa polpetta di San Biagio, piatto tipico della celebrazione, che racconta una storia affascinante di antiche abitudini alimentari legate alle festività. Tra le leggende che si narrano, quella che sembra più plausibile racconta che, poiché la ricorrenza di San Biagio, patrono della festa, capitava raramente di Domenica, ma spesso durante la settimana, la carne, un tempo considerata un lusso riservato alle domeniche, divenne una portata da consumare anche durante i giorni feriali. Così nacquero le “polpette di San Biagio”, preparate con ingredienti modesti come patate e qualche uovo per legare. Considerando la tradizionale macellazione del maiale in questo periodo, un po’ di carne grassa di maiale veniva aggiunta per rendere le “polpette povere” un piatto festivo. Con il passare del tempo, la ricetta ha subito modifiche, ma la sua essenza rimane una testimonianza di come il cibo possa collegare le generazioni attraverso le tradizioni. La Pro loco di Durazzano, venendo ad oggi, ha voluto organizzare una serata dedicata alla Festa di San Biagio, portando in tavola l’antica polpetta e le sue varianti. “L’iniziativa – commentano i prolochini – ha preso vita con l’obiettivo primario di preservare le tradizioni, assicurando che la ricorrenza non sfugga al passare del tempo. Questa organizzazione è un pilastro fondamentale per mantenere intatto il tessuto tradizionale della comunità, rafforzando il senso di appartenenza e vitalità del paese. La serata è diventata così non solo un evento celebrativo in un clima di festa, ma anche un legame tangibile con la storia e la cultura di Durazzano”.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: