1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Andrea Giordano, a Bonea torna il Memorial
0

Andrea Giordano, a Bonea torna il Memorial

Andrea Giordano, a Bonea torna il Memorial
0

Una tragedia che ebbe a sconvolgere in modo profondo la Comunità di Bonea e quella della Valle Caudina tutta.
Un ragazzo benvoluto da tutti, nel fiore degli anni con tutto il suo dinamismo e tutto il suo entusiasmo.
Strappato troppo presto ad un’esistenza che era ancora tutta da vivere.
Torna il triangolare di calcio in memoria di Andrea Giordano, giovane di Bonea ucciso da un improvviso malore di tipo cardiocircolatorio.
Era l’anno 2013 allorquando il ragazzo, che fino ad allora non aveva manifestato particolari problematiche di salute, spirò nel giro di pochi istanti.
Un caso di morte improvvisa, situazioni subdole – che non danno segnali premonitori – e che sovente hanno causato il decesso anche di atleti, in quanto tali sottoposti a serrati controlli.
Andrea finì così, tra l’impotenza dei suoi cari, ed a nulla valse il tempestivo soccorso del personale sanitario.
QAmici e conoscenti, però, non hanno consentito al tempo di cancellare il ricordo: e, così, sin dal 2014 hanno promosso il torneo calcistico che, quest’anno, toccherà quota sette edizioni.
Nel mezzo a congelare i programmi era stata la pandemia che, per due anni, aveva reso impossibili le aggregazioni anche di tipo sportivo mettendo in freezer l’evento.

L’APPUNTAMENTO

Ma non il ricordo, che resta quanto mai fervido e vivo presso gli amici.
E proprio loro hanno voluto perpetuare l’omaggio.
Domenica 21 Maggio, con fischio di inizio fissato alle ore 15, il calcio d’inizio del momento che si andrà a sviluppare presso il campo sportivo di Bucciano.
Le iscrizioni per la partecipazione al torneo, comunicano gli organizzatori a mezzo social, risultano essere ancora aperte.
Una bella testimonianza che si perpetua a distanza, ormai, di quasi dieci anni da un momento che spaccò la quotidianità e la serenità di una famiglia come tante. Precipitata in un dolore che non ha e non può avere spiegazione.
Resta però il bel segnale di quanti lo hanno voluto bene lo hanno apprezzato come compagno di tante giornate e di tanti momenti.
Perché è vero che non si muore mai fino a quando si vive nel ricordo di qualcuno.

sponsor sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: