1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Privinciale Sant’Agata-Moiano, strada-cratere
0

Privinciale Sant’Agata-Moiano, strada-cratere

Privinciale Sant’Agata-Moiano, strada-cratere
0

L’Ente gestore della strada provinciale che separa Sant’Agata de’ Goti con Moiano dovrebbe intervenire quanto prima per porre in essere una prima attività di manutenzione ordinaria sulla tratta.
La strada, già divenuta struttura totalmente inadeguata alla mole di traffico che la interessa e per sua stessa conformazione poco sicura, presenta nelle ultime settimane importanti ammaloramenti che rendono ulteriormente precarie le condizioni di tutela dell’utenza.
Pur volendo trascurare gli scivolamenti di materiale, fra pietre, fango e terriccio che si hanno dai fondi limitrofi si evidenzia, come detto, da sviluppi recenti, un importante deperimento del manto stradale tra notevoli buche formatesi nel bel mezzo della carreggiata e piccoli crateri a bordo strada.
Gli appantanamenti di acqua che si producono in specifici punti, causa la cattiva pendenza ed il pessimo gioco di deflusso delle acque, hanno comportato la formazione di grosse buche che portano inevitabilmente gli automobilisti a doverle scansare – sempre che non ci vogliano rimettere uno pneumatico o un ammortizzatore. Ovviamente, questi comprensibili tentativi portano le auto a doversi accentrare verso il centro, appunto, della carreggiata con conseguente rischio per l’utenza.
Ancora di più perché i punti critici si hanno in zone curviline e, quindi, a minore visibilità.
Assolutamente fondamentale, pertanto, che il manutentore intervenga quanto meno per porre riparo ai principali deterioramenti dell’asfalto in modo tale da evitare che gli automobilisti in transito si lancino in improbabili azioni di zig zag con compromissione della sicurezza propria e di quella degli altri utenti della strada.
Il tutto ovviamente inquadrandosi, lo si ripete, in un discorso di forte perplessità rispetto alla adeguatezza di questa strada quanto alla capacità di contenere la mole di mezzi che la interessa, molti di tipo pesante.
La soluzione, come già più volte detto, è il completamento della tratta santagatese della Fondovalle Isclero. Prospettiva tutt’altro che rassicurante.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: