1. Home
  2. POLITICA
  3. Airola. Stravino-Falzarano: dalla Maggioranza provvedimenti inadeguati.
0

Airola. Stravino-Falzarano: dalla Maggioranza provvedimenti inadeguati.

Airola. Stravino-Falzarano: dalla Maggioranza provvedimenti inadeguati.
0

Con l’ultimo consiglio comunale il Sindaco ha palesato tutta la sua tracotanza politica che, purtroppo, non può essere taciuta perché in spregio a tutte le regolamentazioni del consiglio comunale ed a danno dell’intera comunità.

In primis, con una semplice comunicazione, il sindaco ha liquidato il procedimento di decadenza del consigliere Carmine Influenza, attivato per le ripetute assenze ingiustificate dello stesso, senza aver avuto conto che, in primo luogo l’organo deliberante in merito alla decadenza è il consiglio comunale, cui spetta la decisione definitiva ed in secondo luogo che le giustificazioni presentate, secondo la legge, devono essere provate con certezza documentale che, fino a prova contraria, non esiste alla luce del fatto che i documenti presentati dal consigliere Influenza non recano neppure protocollo del comune che ne attesti l’autenticità.

Un’altra grave decisione presa a botta di maggioranza in consiglio comunale è quella dell’adesione ad una nuova e costituenda società idrica che, in futuro si occuperà della gestione dell’acqua sostituendo l’Alto Calore.
La decisione assunta dal consiglio comunale è gravissima per due ordini di motivi:
il primo perche il comune di Airola ha aderito ad una Società costituenda e non costituita, quindi ad una società che di fatto non esiste ancora,
il secondo, ancora più grave è che di questa società non se ne conosce il piano industriale ovvero le tariffe che essa applicherà ed i servizi che darà alla comunità. Il rischio è molto serio in quanto non conoscendone le offerte ed i servizi potremmo ritrovarci con una seconda Alto Calore di cui non potremmo liberarcene se non fra trent’anni.

A questo punto viene spontaneo la domanda: perché abbiamo aderito con tanta fretta senza valutarne i rischi?
Perché il sindaco non ha dato corso ad una consultazione pubblica, tra l’altro, prevista per legge prima di ordinarne l’adesione?
Perché il Sindaco non si è unito agli altri sindaci della provincia di Benevento per chiedere alla regione maggiori delucidazioni?
Tutto lascia pensare che il nostro Sindaco abbia aderito ad un altro carrozzone voluto dalla politica locale che sicuramente porterà giovamento a pochi e non ai cittadini.

Ormai, visti i fatti, le inadempienze e l’assoluta mancanza di programmazione, sentiamo sempre più forte la necessità di denunciare questi provvedimenti inadeguati da parte di una maggioranza che senza la nostra autentica forza elettorale non è neppure più rappresentativa della volontà elettorale che, con becere manovre di palazzo, è stata malamente sovvertita.

Gruppo consiliare “Per Airola 2026” consiglieri comunali G. Stravino – G. Falzarano

sponsor sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: