1. Home
  2. CULTURA
  3. San Martino. Nuovi studi sull’attività scultoria della duchessa Melina Pignatelli della Leonessa
0

San Martino. Nuovi studi sull’attività scultoria della duchessa Melina Pignatelli della Leonessa

San Martino. Nuovi studi sull’attività scultoria della duchessa Melina Pignatelli della Leonessa
0
0

Nuovi studi dedicati all’attività scultoria della duchessa Melina Pignatelli della Leonessa

Restituire alla storia le testimonianze del passato, il racconto di personalità di spicco e frammenti di avvenimenti caduti nell’oblio sono aspetti primari di un’attenta attività di ricerca in ambito storico. Un lavoro caratterizzato da meticolosità, riflessione e pazienza, che richiede ottime capacità critiche nella valutazione delle fonti e solide competenze nel restituire lo sfondo, il contesto, nel quale si svolgono gli eventi e si muovono gli attori protagonisti.

Roberta Pianese

La studiosa Roberta Pianese, pubblicando il saggio Riscoperte: Melina Pignatelli scultrice (1917-2001), ridona nuova luce alla figura di Carmela Pignatelli, aggiungendo nuovi tasselli agli studi in ambito artistico. Ad ospitare questo interessante approfondimento sulla duchessa Pignatelli della Leonessa, nata Matarazzo di Licosa, è la rivista «Studi di Scultura. Età moderna e contemporanea», fondata e diretta dalla professoressa Isabella Valente
Scorrendo l’indice di questo terzo numero è facile notare l’orizzonte internazionale del periodico, la presenza di noti studiosi e di avvincenti tematiche.


Ma ritornando all’articolo della dottoressa Pianese occorre confessare che bastano poche righe per destare in un lettore sammartinese un forte sentimento di appartenenza, il quale induce a sentirsi parte del racconto e, scorrendo gli occhi sulle lettere, a trasformare in immagini le parole dell’autrice; è quindi facile sentirsi orgogliosi che tale riscoperta sia stata pubblicata proprio su questa rivista interamente dedicata all’arte plastica.
Pianese pone in risalto la cultura artistica della duchessa, partendo da quell’inclinazione saldamente maturata nello stimolante contesto familiare: la casa Matarazzo era infatti frequentata da numerosi artisti attivi sulla scena partenopea, italiana ed estera, nonché custode di opere d’arte di diversi secoli.

Donna emancipata

La musica, il canto, l’attenzione alla società, e i tanti progetti per incrementarne il benessere, restituiscono il ritratto di una donna emancipata, fattiva e lungimirante.

Il matrimonio con Carlo Pignatelli della Leonessa, la gioia della maternità con la nascita dei figli Giovanni, Ornella e Fabio, l’arrivo nella Valle Caudina, le cure rivolte al castello medievale di San Martino e l’avvio del suo amorevole restauro furono momenti importanti nella vita della duchessa, momenti significativi anche per gli abitanti di San Martino, che ancora oggi ne preservano con affetto la memoria. Nonostante una formazione essenzialmente da autodidatta, se si escludono i primi insegnamenti impartiti dallo scultore Carlo De Veroli, Melina, dopo le iniziali prove, tutt’altro che acerbe, prese parte a diverse mostre, richiamando l’attenzione dei conoscitori del tempo.

Un’arte consapevole delle ricerche che allora prendevano piede sul territorio nazionale e delle quali le sue opere mostrano i riflessi. 

È impossibile ripercorrere nel ristretto spazio di questo articolo i passaggi e le rilevanti informazioni che la giovane studiosa fornisce. Dunque, non possiamo fare altro che esortare alla lettura di questo interessante contributo, impreziosito dalla presenza di diverse fotografie ritraenti alcune sculture, e nel contempo auspicare l’organizzazione di un’esposizione dove poter ammirare – questa volta de visu – le opere della duchessa. 

Fedela Procaccini user.it

Roberta Pianese, Riscoperte: Melina Pignatelli scultrice (1917-2001), «Studi di Scultura. Età moderna e contemporanea», n. 3/2021, pp. 259-277

meina pignatelli
Melina Pignatelli, Autoritratto 1936, terracotta patinata, cm 49×16. Benevento, Museo del Sannio (foto Isabella Valente)
Nuovi studi dedicati all’attività scultoria della duchessa Melina Pignatelli della Leonessa
Melina Pignatelli, Pianista 1969, terracotta patinata a finto bronzo, cm 12,5x25x16. Napoli, collezione privata (foto Isabella Valente) 
Melina Pignatelli, San Martino 1976, terracotta, cm 30×25. San Martino Valle Caudina, collezione Pignatelli (foto Roberta Pianese)
Copertina della rivista «Studi di Scultura. Età moderna e contemporanea», n. 3/2021
sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: