1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Moiano, opere pubbliche: la nota di Sarchioto
0

Moiano, opere pubbliche: la nota di Sarchioto

Moiano, opere pubbliche: la nota di Sarchioto
0
0

Comunicato stampa Sarchioto Libero Maria -Consigliere comunale Lega
L’Epifania tutte le feste porta via, ed ha portato via anche la possibilità per gli esercenti commerciali di via Crisci, via Roma e piazza Umberto I di potere recuperare i danni provocati dai lavori in corso, proprio nel periodo natalizio. Sia chiaro che nessuno vuole che le opere pubbliche non vengano realizzate, anzi mi complimento con l’Amministrazione per i risultati conseguiti circa l’ottenimento dei numerosi
finanziamenti regionali, nazionali ed europei. Ritengo, però, che le stesse abbiano bisogno di una seria programmazione, tesa a limitare danni economici e disagi ai nostri piccoli esercenti commerciali ed ai cittadini. A questo proposito, come non ricordare la storia del rifacimento del manto stradale di qualche anno fa, che ha interessato sempre via Crisci e via Roma: mesi, mesi e mesi, con una polvere bianca perenne, molto fastidiosa per gli occhi ed i polmoni, che entrava nelle case e nei negozi, come se vivessimo in una cava di marmo. Superfiacialità e/o incompetenza da parte di chi è responsabile (progettista, direttore dei lavori, responsabile unico del procedimento)? Certo è che ormai il numero dei dipendenti comunali è passato, dai venti di dieci anni fa ai cinque di oggi, compreso il segretario comunale, con un risparmio di circa 400.000 euro all’anno (tutti questi risparmi come vengono utilizzati?). La maggioranza Civitas, invece di fare i concorsi, preferisce avvalersi di tecnici provenienti da altri Comuni, con un impegno di poche ore settimanali, quali nel tempo, Vitulano, Paupisi, da ultimo Airola. Quest’ ultimo non sembra, peraltro, avere personale in esubero. Dunque mi chiedo, e chiedo alla maggioranza, come può un tecnico, al quale sono stati affidati ben cinque servizi tecnici, in poche ore settimanali, svolgere diligentemente tutti i compiti assegnatogli? Oppure, a pensar male si fa peccato, ma molte volte ci si indovina, è “funzionale” ai Comuni interessati. Un’altra anomalia è quella dell’utilizzo dei tecnici con l’incarico di supporto al Rup, sembra che svolgono attività istruttoria di pratiche amministrative, violando la normativa sulla privacy e sulla trasparenza. Ecco perchè, nel corso dei lavori del Consiglio comunale del 29 Dicembre 2021, dopo aver comunicato il mio distacco dal gruppo “Obiettivo Bene Comune” per rappresentare la Lega, ho presentato formale richiesta per la istituzione di tre commissioni, richiesta sostenuta anche dal gruppo Obiettivo Bene Comune: Trasparenza, Lavori pubblici e Bilancio. Ho richiesto, inoltre, con l’adesione di tutta la minoranza, che si provveda all’aggiornamento del Regolamento del Consiglio comunale, in quanto quello attualmente vigente e pubblicato sul sito del Comune risale al lontano 1991, peraltro pieno di annotazioni e correzioni fatte a penna.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: