1. Home
  2. SPORT
  3. Audax Cervinara. Anche la Juniores di mister Criscuoli a gonfie vele.
0

Audax Cervinara. Anche la Juniores di mister Criscuoli a gonfie vele.

Audax Cervinara. Anche la Juniores di mister Criscuoli a gonfie vele.
0
0

La Juniores dell’Audax Cervinara conferma il buon momento della società caudina. Dopo le incertezze iniziali il sodalizio, guidato dal Presidente Magnotta e da tutti i dirigenti e collaboratori, sta dimostrando che si possono ottenere risultati inaspettati con la passione e l’impegno.
La giovane squadra guidata dall’esperto del settore Indro Criscuoli sta emulando la prima squadra in termini di risultati e attaccamento alla maglia. Cosi come mister Iuliano, Criscuoli non ama le luci della ribalta. Preferisce lavorare a testa bassa con i ragazzi. E i risultati stanno arrivando. Con una partita da recuperare l’8 dicembre la Juniores è seconda in classifica ad un punto dal Paolisi 2000.
Indro ha cominciato come vice nel 2014, poi è tornato come allenatore dal 2017 fino al 2020. Una parentesi nella Stagione 20-21 con le giovanili dell’Avellino, e da quest’anno è di nuovo alla guida della sua squadra cervinarese.
Ecco le sue impressioni fino a questo momento:

Mister Criscuoli la tua juniores viaggia a gonfie vele. 4 vittorie su 4 incontri disputati. Dove può arrivare questa squadra?
Con la squadra al completo, possiamo dire la nostra in ogni occasione. Quest’anno, tuttavia, non ci siamo posti degli obiettivi di classifica. Lo stop forzato causato dalla pandemia ha dato un duro colpo al calcio giovanile, per cui siamo costretti ad affrontare questo campionato una partita alla volta.

Negli anni trascorsi ci hai abituato ad ottimi risultati: hai una tua formula magica?
Nel rettangolo verde, fin da ragazzo, ho sempre messo impegno, passione ed entusiasmo. Mi piace aggiornarmi sulle nuove proposte tecniche, anche osservando allenatori più bravi di me. Nessuna formula magica, però, anche perché sono sempre i calciatori a fare la differenza e a vincere le partite.

Ci sono giovani interessanti nella tua rosa e quale contributo danno alla prima squadra?
Abbiamo diversi elementi che potrebbero giocare facilmente in categorie superiori. Molti di loro si allenano anche con la prima squadra, ma purtroppo solo in pochi riusciranno ad affermarsi. Il talento non basta. Non aggiungo altro…

Una società che dopo le difficoltà iniziali sta raccogliendo buoni frutti anche nel campionato maggiore. Come giudichi l’impegno della dirigenza nel settore giovanile?
Il presidente Magnotta e tutto lo staff dirigenziale stanno facendo il massimo, non possiamo chiedere di più. Dobbiamo solo ringraziarli per il loro impegno, sia per noi sia per la prima squadra. Abbiamo, inoltre, un ottimo responsabile del settore giovanile, Antonio Simeone, il quale è in contatto costante con il vice-presidente Pallotta e il ds Maglione.

Cosa manca per avere un vero e proprio vivaio cervinarese?
Dobbiamo, innanzitutto, risolvere la questione “Canada-Roberto Cioffi”. Con un campo in sintetico e un’illuminazione adeguata, credo si possano gettare le basi per il futuro del calcio cervinarese, a patto che l’obiettivo sia quello di formare i giovani calciatori senza lucrare sulle loro famiglie.

Cervinara è da sempre appassionata di calcio e dell’Audax, cosa si prova ad allenare nel proprio paese?
Dopo l’esperienza di Avellino tra i professionisti, avrei potuto allenare ovunque, ma il richiamo delle proprie radici è stato più forte di qualsiasi offerta. E ne vado fiero.

Se si stanno ottenendo risultati è grazie a tutte le persone come Indro che hanno messo il cuore oltre l’ostacolo.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: