1. Home
  2. POLITICA
  3. Cervinara. Monetti(Lega): TARI, strana dichiarazione del sindaco
0

Cervinara. Monetti(Lega): TARI, strana dichiarazione del sindaco

Cervinara. Monetti(Lega): TARI, strana dichiarazione del sindaco
0
0

Riceviamo e pubblichiamo

Apprendiamo – e ne siamo lieti-che l’Amministrazione (minoritaria) ha deciso di abbassare la Tari per gli uffici e studi legali. Per gli altri utenti sfrutta i fondi statali inviati per queste incombenze. Quello che rileva, invece, sul piano politico e non solo è l’ammissione (la confessione) di errori ed incongruenze che lo stesso sindaco accusa. Dichiara di provvedere a riduzioni, compensazioni, rimborsi. La domanda è: perché solo dopo le denunce e le proteste della Lega, della opposizione e delle associazioni che insieme ai cittadini tartassati hanno immediatamente accusato il colpo? Perché quell’aumento? Non si poteva, invece, prevedere prima dell’errore notificare ai cittadini importi più bassi? La vicenda è avvolta dalle nebbie. La “poesia“ non ha convinto chi conosce i meccanismi e non si è lasciato incantate dal canto delle sirene. Dalle stesse dichiarazioni del sindaco traspare incertezza ma anche preoccupazione per la decisione incartata nella delibera del giugno scorso. Ripetere più volte che la decisione è stata collegiale, cioè dell’intera giunta con voto unanime, sembra una condivisione di una qualche responsabilità? E precisare che è stato il vice sindaco a occuparsi degli incontri e della proposta finale cosa nasconde? Certo che il sindaco ha anche fatto capire che andrà avanti senza i due assessori dissidenti. Resta il fatto che del grave “errore”, come lo definisce il sindaco, (noi abbiamo altra convinzione) oggi, grazie soprattutto al gruppo Lega di Cervinara, si intravede una luce in fondo al tunnel. Aspettiamo, però, l’alba per esserne sicuri. Certo è che la vicenda grave della Tari non si concluderà certo con la solita “poesia “, anche mal recitata.
Dimitri Monetti coordinatore cittadino Lega

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: