1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Il progetto della Pro loco di Airola presentato al Villaggio dei Ragazzi
0

Il progetto della Pro loco di Airola presentato al Villaggio dei Ragazzi

Il progetto della Pro loco di Airola presentato al Villaggio dei Ragazzi
0
0

Acquedotto Carolino, quale infrastruttura di mobilità sostenibile ed attrattore turistico-culturale. Questo il titolo del progetto presentato alla conferenza stampa alla Fondazione Villaggio dei Ragazzi, dell’Ecomaratona dell’Acquedotto Carolino. Il progetto promosso dalla Pro Loco di Airola è stato illustrato dall’Architetto Roberto Stallone. Progetto improntato alla mobilità sostenibile, per coniugare, la riduzione delle emissioni inquinanti con l’attraversamento di un percorso storico e di un paesaggio architettonico come quello tracciato in maniera naturale dall’acquedotto Carolino, mediante una pista pedo-ciclabile, che i comuni aderenti (come fa fede la stipula di un protocollo d’intesa) di Airola, Bucciano, Moiano, Sant’Agata, Durazzano, Maddaloni, devono individuare lungo il percorso della pista ciclabile, aree per parcheggi e ricarica bici elettriche, aree picnic e area campeggio. “La Pro Loco della Città di Airola intende sollecitare e pungolare al fine di una stretta e duratura collaborazione, tutti i Comuni coinvolti – ha dichiarato il Presidente della Pro Loco di Airola Franco Napoletano – ma anche e tutte quelle associazioni che si occupano da anni e, quindi, con una comprovata e valida esperienza, di trekking (tra le quali l’associazione Taburno Trekking Montesarchio e il suo Presidente Mario Cecere) e di equitazione, per far conoscere il paesaggio naturalistico dei vari comuni e, con escursioni supportate e sostenute da specializzate guide turistiche.” In buona sostanza l’idea pilota e portante è che: tutti possono raggiungere Airola – mediante la Stazione ferroviaria da attrezzare e riqualificare – (capofila del percorso) noleggiando una bici elettrica, e, visitando le bellezze artistiche e culturali della Città (R.D. 30 Agosto 1754) di Airola (es. il volto Santo, il giardino segreto, le 36 chiese, tra cui L’Annunziata di scuola vanvitelliana, la cappella Carafa del “500, il Castello Medievale, il Museo del Telefono etc.) e percorrere tutto il “Sentiero Carolino” dell’acquedotto con la possibilità di ammirare le bellezze architettoniche e naturalistiche e, paesaggistiche di tutto il territorio. E poi fare ritorno a Caserta nell’area Stazione e parcheggio bici elettriche per deposito. Tra i relatori della conferenza è intervenuta anche la Direttrice Generale del Palazzo Reale della Reggia di Caserta, Dott.ssa. Architetto Tiziana Maffei che è rimasta molto soddisfatto del progetto prolochino di Airola e ha evidenziato tutte le potenzialità che l’Acquedotto Carolino possiede, ma che necessita prima di una messa in sicurezza.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: