1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Montesarchio, Unarma: Cirulli si ripropone
0

Montesarchio, Unarma: Cirulli si ripropone

Montesarchio, Unarma: Cirulli si ripropone
0
0

Un montesarchiese per il ruolo di vertice di Unarma.
Walter Cirulli, Segretario generale uscente di Benevento, “suona la carica” e si ricandida nel medesimo ruolo.
Penso che sia doveroso – afferma il medesimo – offrire una piattaforma sindacale su cui ognuno possa valutare se e come sostenermi. Io mi candido libero, con le mie opinioni, con la mia storia e con gli amici di sempre, con i dirigenti degli ultimi anni e con l’innesto di nuovi colleghi…uomini e donne che, in questi anni, hanno saputo condividere le idee costruttive del sindacato e realizzare un sogno..
Alla base di tutto, c’è il benessere del personale in divisa..Chi avrebbe mai pensato di costruire il sindacato al fianco delle stellette…Ho creduto a questo progetto e adesso voglio continuare a crescere insieme al mio quadro dirigenziale. Tutti avranno visibilità
– incalza Cirulli – come avevo detto all’inizio del mio mandato, nessuno rimaneva indietro…. e vi posso assicurare, detto e fatto. Ho scelto uno slogan: “la linea che unisce”, che rappresenta il contributo che voglio dare in questo congresso.
Dalla mia forza, dalla mia azione è venuta chiara la richiesta di unità, rivolta a tutti. Non abbiamo bisogno di unità di facciata, di slogan o di passerelle, ma chi mi conosce fino in fondo sa benissimo che l’unità che chiedo ai nostri elettori è la capacità di agire assieme. Una unità d’azione, utile per dar voce al nostro sindacato, a tutti i livelli, una voce democratica. Di fronte ai nostri iscritti, abbiamo il dovere di una linea sindacale, che pratichi l’unità e consenta la più ampia condivisione. Anche nella chiarezza di posizioni diverse, di provenienza diverse, di sostegno a leadership diverse. Unità nel pluralismo. Questa è la sfida della cultura del nostro sindacato Unarma, dove io personalmente quel famoso 23 Settembre 2019, da Montesilvano, il giorno della fondazione di Unarma nazionale, tornai in terra sannita con pochi amici. Ma oggi non siamo più soli, siamo diventati tantissimi…Chiedo di appoggiare la nostra lista, una lista fatta dal basso e non calata dall’alto perché la strada da fare è ancora lunga e io –
chiude il militare caudino – la voglio percorrere con le donne e gli uomini che abbiamo scelto”

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: