1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Airola, locali: nuova ordinanza con orari
0

Airola, locali: nuova ordinanza con orari

Airola, locali: nuova ordinanza con orari
0
0

Il sindaco di Airola Michele Napoletano, con propria ordinanza, ha disposto il seguente regime orario per i locali di intrattenimento.
Fino al 15 Settembre, quindi, dal Lunedì al Giovedì, locali vari quali bar, pub, ristoranti e pizzerie e quant’altro sia dedito alla somministrazione di cibi e di bevande dovrà chiudere i battenti alle ore 1 del mattino successivo; dal Venerdì alla Domenica, nei festivi e nei prefestivi, l’orario di chiusura è posticipato alle 2 del mattino successivo.
Si intende abrogata, quindi, la precedente ordinanza numero 40 dell’Ottobre 2020.
Dal 16 Settembre fino al 14 Giugno 2022, le chiusure, per le medesime attività, si anticipano di un’ora.
Quindi chiusura alle 24 dal Lunedì al Giovedì e all’1 nei restanti giorni, nei festivi e prefestivi.
Non si assiste, quindi, ad un “liberi tutti” ma resta viva una “ratio” di tutela della pubblica salute legata alla problematica Covid. Nell’ordinanza viene sottolineato, infatti, che “l’epidemia da Covid-19 non risulta completamente debellata anche nella Regione Campania, come dimostrano i focolai recentemente sviluppatisi e alcuni dei quali tuttora in atto” e che “una recrudescenza nella diffusione del virus, nella sua variante Delta, imporrebbe inevitabilmente l’adozione di stringenti misure di isolamento e blocco (lockdown), con gravissime e irreversibili ripercussioni sul tessuto socio-economico cittadino”.
“Per tale motivo la cittadinanza, in chiave preventiva – sottolinea ancora il Primo Cittadino – è tenuta alla stretta osservanza di comportamenti responsabili scongiurando le occasioni di contatto e mantenendo un attento stato di allerta anche attraverso un corretto impiego delle mascherine facciali”.
Quindi un esplicito riferimento al “fenomeno degli assembramenti” che “si presenta con particolare evidenza nei luoghi, nei giorni e negli orari della cosiddetta movida” e alla sottolineata necessità di “assicurare una tutela anticipata del bene primario della salute pubblica, anche imponendo limitazioni, sia pure modeste, nei comportamenti individuali”

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: