1. Home
  2. CULTURA
  3. “La piazzetta del libro vissuto, Chiostro Letterario”: giù il sipario ad Airola
0

“La piazzetta del libro vissuto, Chiostro Letterario”: giù il sipario ad Airola

“La piazzetta del libro vissuto, Chiostro Letterario”: giù il sipario ad Airola
0
0

Sì è conclusa Domenica sera la kermesse estiva “La piazzetta del libro vissuto, Chiostro Letterario”, promossa e organizzata dalla Pro loco della Città di Airola con il patrocinio del Comune ed in collaborazione con l’Istituto Comprensivo statale “Lombardi” e l’associazione CCO (risi come opportunità).
L’apertura dell’evento è stata affidata al famoso rapper napoletano, Luca Caiazzo – in arte Lucariello – che ha presentato il progetto “Festival portami là fuori”.
Le tre giornate (2-3-4 Luglio) sono state introdotte dalla dottoressa Ida Visciano.
Alle esibizioni degli allievi e delle allieve del Liceo musicale, di talenti lirici e di sonorità pop, si sono alternate le presentazioni di libri di due autrici locali.
In primis quello di Anna Caccavale con la sua silloge poetica “Anima” – con gli interventi del dottor Giuseppe Barra, de “Il saggio editore”, e del professore Emilio De Roma, scrittore e saggista.
Poi il romanzo “I miei fantasmi” di Rosa Maglione, con la presenza del suo editore, professore Ignazio Catauro.
Largo successo e partecipazione per lo scambio dei testi scolastici e di lettura (in particolare narrativa e poesia) e le numerose donazioni di libri alla biblioteca della Pro Loco.
Ai ragazzi ed alle ragazze del Liceo musicale è stato fatto dono di una speciale pergamena incorniciata dal professore Giuseppe Viola che raffigura e rappresenta il compositore, Direttore d’orchestra e Professore universitario, Maestro Rino Maione, airolano doc.
Soddisfatto il Presidente della Pro Loco Franco Napoletano
“Siamo estremamente contenti della buona riuscita dell’evento.
L’ obiettivo è stato raggiunto, trasformare il Chiostro di Palazzo Montevergine in un vero e proprio salotto culturale, aperto a tutta la cittadinanza, mettendo in luce e in evidenza i talenti locali.
Ed è su questa linea che dobbiamo proseguire.”
Il Presidente Napoletano ha poi sottolineato come “i libri e la lettura sono il veicolo primario di ogni educazione alla conoscenza e alla libera coscienza.
E in questa prima edizione, che è solito, comunemente definirsi, di rodaggio, abbiamo voluto dare ampio spazio, soprattutto allo scambio dei libri scolastici per andare incontro alle famiglie meno abbienti con qualche difficoltà economica.
Questo per non dimenticare che la Pro Loco è sì promozione e valorizzazione delle sue bellezze ambientali e artistiche, ma anche agenzia di supporto e diffusione sociale e solidale”.
Il Sindaco Michele Napoletano è stato sempre presente alle tre giornate e ha auspicato che “la seconda edizione possa essere ancora più interessante e importante, sia da un punto di vista culturale che sociale, perché l’orgoglio di Città passa attraverso queste iniziative di spessore e di qualità”.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: