1. Home
  2. CULTURA
  3. Airola Città, tre giornate per ricordare il riconoscimento
0

Airola Città, tre giornate per ricordare il riconoscimento

0
0

Airola per la riscoperta del territorio.
Nella mattinata di ieri la Sala consiliare di Palazzo Montevergine è stata teatro della conferenza stampa dell’evento-manifestazione “Airola Città”, momento concepito per celebrare il titolo di Città conferito al comune caudino da Re Carlo di Borbone con regio decreto del 30 Agosto 1754 – Airola, annotazione tra parentesi, è l’unico comune della provincia che può fregiarsi di questo titolo conferitogli dal Re.
Ad intervenire in esordio – per la moderazione della dottoressa Ida Visciano – il Presidente dell’Ente associativo promotore dell’evento, Franco Napoletano, che, oltre ad illustrare il programma delle tre giornate (28-29-30 agosto) ha evidenziato anche come “il motore e la motivazione principale che ci ha spinti a dare concretezza a quest’idea trae ragione da una rilettura del passato, come patrimonio di una memoria comune, che alimenta quel senso di appartenenza ad un territorio che è il luogo in cui si forma e si forgia l’identità collettiva che rappresenta la radice civile e culturale, di un percorso che traccia e tocca anche il campo dello sviluppo economico e del tessuto sociale”.
Poi ha preso parola il Presidente dell’Unpli provinciale Renzo Mazzeo che ha ringraziato il Sindaco “per la sua attiva e fattiva collaborazione con la Pro loco, sempre vicino all’associazione anche nei momenti di difficoltà”. Quindi l’assessore alla Cultura Angelina Capone che ha sottolineato come “quest’evento auspicato da tempo e quest’idea sono stati da subito salutati e condivisi dagli amministratori e dal mio assessorato con grande entusiasmo. Al Presidente della Pro loco Franco Napoletano, va dato atto di aver realizzato quest’iniziativa e con grande tenacia di aver voluto la collaborazione di quasi tutte le associazioni del territorio”.
Infine ha chiuso il Sindaco Michele Napoletano che ha ringraziato il Presidente della Pro Loco per “l’iperbolico attivismo e l’impetuosa vitalità, che sta contraddistinguendo tutta la sua squadra, sempre propositiva e con mille idee”.
Presente anche Nello Falzarano, fiduciario Slow Food Valle Caudina. Le tre serate vedranno impegnate, fra le tante iniziative, molte associazioni.
In agenda l’intitolazione della biblioteca Pro loco al Maestro Rino Maione che sarà celebrato e ricordato con un concerto. Per l’occasione saranno aperte tutte le chiese e si prevede un pellegrinaggio al Santuario del Santo Volto.
Ma anche visite al Museo delle comunicazioni, trekking con escursione sul percorso dell’acquedotto carolino con relativa Mostra. Quindi “Orienteering”, gara storico-sportiva, la classica “Stracittadina” podistica

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: