1. Home
  2. POLITICA
  3. “Moiano libera”, il Pd nel mirino
0

“Moiano libera”, il Pd nel mirino

“Moiano libera”, il Pd nel mirino
0
0

Nota “Moiano libera”

“C’è un detto romantico che, guardando ai tempi belli che furono, strizza l’occhio a una velata, nostalgica malinconia…È questo il caso del Partito Democratico moianese che, dopo i proclami e “confetti matrimoniali” di un’apparente unità tra le due sezioni cittadine, alla prima occasione utile, rispolvera dalla cassapanca di nonna papera le vecchie questioni oggetto di divisioni e contrasti per tanti anni.
Tutto fa pensare che questa unità sia stata solo sulla carta: non c’è mai stata e mai ci sarà!!
Del resto chi nasce tondo non muore quadro.
Chi, da tanti anni predica il rinnovamento, lo fa con lo spettro sul collo del fantasma dei vecchi marpioni della politica moianese e luzzanese i quali sono stati per anni, come burattinai che muovevano i fili, principali artefici di queste divisioni che oggi puntualmente ritornano.
Ci spieghino i rappresentanti attuali delle due Sezioni del Partito Democratico la posizione ufficiale del “Pd unito”, relativamente alle vicende provinciali delle ultime settimane. Le Sezioni di Moiano e Luzzano hanno posizioni divise oppure hanno studiato a tavolino una linea di rottura solo sulla carta per stare con due piedi in una scarpa? Conoscendo i protagonisti attuali e la loro gestione politica, anche alla luce degli ultimi guazzabugli interni all’Amministrazione Buonanno opteremmo per la seconda ipotesi.
A questa mancanza di chiarezza rispondiamo che è giunto il momento di procedere ad un ammodernamento della classe dirigente in seno al Partito al di fuori di vecchie logiche di appartenenza e di schieramento. C’è bisogno di gente che interpreti la politica come passione e servizio e che agisca secondo opportune logiche di ragionamento.
Inoltre, rivendichiamo, come gruppo apartitico, questa nota semplicemente perché alcuni dei nostri iscritti sono simpatizzanti del Partito Democratico e sulla scorta delle discussione e delle dinamiche che hanno portato alla sfiducia del Segretario provinciale Carmine Valentino, non hanno condiviso e digerito il modo equivoco di comportamento dei due rappresentanti delle Sezioni di Moiano e di Luzzano: un modo appunto che “non è né carne e né soprattutto Pesce”.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: