1. Home
  2. CULTURA
  3. Sant’Agata, arriva la web serie “Wandering eyes”
0

Sant’Agata, arriva la web serie “Wandering eyes”

Sant’Agata, arriva la web serie “Wandering eyes”
0
0

Un nuovo linguaggio cinematografico.
Né vlog né documentario.
Una nuova esperienza artistico-comunicativa chi avrà quale sua location l’area rurale di Sant’Agata de’ Goti e, più precisamente, quella di Laiano.
A lanciare il nuovo format la “Trielle”, produzione cinematografica indipendente promotrice della web-serie “wandering eyes”, iniziativa distribuita in rete attraverso le più importanti piattaforme e social media e che sarà presentata a Sant’Agata de’Goti il 3 Luglio. “Siamo un piccolo gruppo di giovani, scrittori, registi, filmaker indipendenti, uniti tutti insieme
per vedere realizzato questo sogno – commentano dalla “Trielle”, soggetto artisticamente guidato dal santagatese Luigi De Simone – Da mesi lavoriamo a questo progetto, abbiamo pronto il
contenuto della prima produzione composta di due stagioni, entrambe stimolate da un’inquietudine nella vita troppo lineare della protagonista, non poi così tanto lontana dalle vite in cui sono immersi molti, soprattutto in questo periodo.
La prima stagione – spiegano ancora – è ambientata tra boschi e montagne, senza svelare troppo. La seconda su quattro ruote e tanto mare, in buona compagnia. Le protagoniste viaggiano in giro per il mondo zaino in spalla alla scoperta di realtà vissute da un prospettiva diversa da quella del turismo di massa.
La loro avventura into the wild vuole importare nei territori esplorati un riflettore che metta in luce aspetti naturalistici e genuini per valorizzare, in chiave turistica, stili di vita sostenibili e alternativi. Saranno realizzate sul territorio santagatese ventidue puntate in cui le protagoniste conosceranno la vita rurale, contadina e agricola del territorio, vivranno le meraviglie architettoniche, storiche e paesaggistiche in chiave vlog-cinematografico. Esploreranno montagne, boschi, vallate e parchi delle zone limitrofe di Sant’Agata De’ Goti come il Parco naturale Camposauro-Taburno.
La sperimentazione sul territorio santagatese del nuovo linguaggio narrativo cinematografico – la conclusione – cerca la strada digitale per le porte della nuova comunicazione”.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: