1. Home
  2. ATTUALITA'
  3. Montesarchio. Don Votino è arrivato nella Chiesa della Annunziata. Il suo ricordo
0

Montesarchio. Don Votino è arrivato nella Chiesa della Annunziata. Il suo ricordo

Montesarchio. Don Votino è arrivato nella Chiesa della  Annunziata. Il suo ricordo
0
0

Un’atmosfera surreale è stata quella che si è respirata all’arrivo di Don Votino oggi alle ore 16.00 nella Chiesa della SS. Annunziata.

Dopo migliaia di celebrazioni l’idea era quella che ancora una volta dopo quasi 40 anni di attività sacerdotale in quella parrocchia ci fosse lui a dare qualche ultimo saluto e invece l’impressione toccante è stata quella di trasferire l’immagine di don Votino da celebrante a celebrato.

Per anni Don Domenico Votino, per tutti Don Votino, ha rappresentato a Montesarchio una istituzione ecclesiastica rilevante, in qualità di Parroco della Chiesa della SS. Annunziata, nella piazza centrale del centro caudino. E’ stato Don Votino infatti il punto di riferimento a Montesarchio per ben trentanove anni dal 1969 al 2008, anno in cui si è ritirato in pensione, ma non già dal ministero attivo sacerdotale che ha continuato a svolgere con immutata passione in molti centri della Valle Caudina: Bonea, suo Paese natale, Montesarchio, Arpaia, Rotondi, Paolisi, Cervinara che fu la sua prima sede parrocchiale nel lontano 1965 ed in altri Comuni ove ne fosse richiesta la necessità.”

Di solida cultura teologica, biblica e storica, è stato un Celebrante appassionato e devoto, ricco di riferimenti letterari, filosofici, sociali, dottrinali ed umanistici durante le omelie nelle celebrazioni liturgiche che amava solennizzare più con la voce canora che con la voce parlata” così lo ricorda il Preside Pasquale Lanzotti, amico di sempre appartenente alla sua vecchia parrocchia, nonchè Ministro straordinario dell’Eucarestia. Ha servito a don Votino la sua ultima Messa con canto ed omelia l’altro ieri sera alle ore 19.00 nella Chiesa della SS. Purità. “Sempre informato sugli accadimenti quotidiani, aveva una conoscenza ampia e profonda del Diritto Canonico, del Diritto ecclesiale, della Struttura della Chiesa e dei Prelati anche di altissimo livello.

Aveva sempre argomenti discorsivi per ogni problema”continua Lanzotti e conclude :”sapeva trovare soluzioni per ogni difficoltà”.

Lo ricorda il primo cittadino Franco Damiano, l’intera l’amministrazione ed il consiglio comunale sono tutti commossi e affranti per la perdita del caro don Votino, pietra miliare della comunità montesarchiese, storica guida religiosa del paese e si stringono al lutto dei familiari, condividendone il dolore. Lo ricorda così il caro don Giancarlo D’Ambrosio: “Sempre disponibile, pronto al dialogo, simpatico, arguto.
Dopo la pensione mai si è tirato indietro di fronte alle richieste di aiuto di tantissime Parrocchie.
Una presenza costante nella nostra Comunità.
Lo ringrazio dal profondo del cuore”.
La sua inattesa scomparsa ci lascia attoniti e muti con una lunga scia di ricordi e di cerimonie liturgiche da lui ufficiate. Mancherà a tutti quelli che lo hanno conosciuto e ne hanno apprezzato le qualità umane,sociali e religiose.

Certamente il buon Signore gli riserva il premio dei giusti e dei buoni. Per il caro don Votino da tutti noi una devota preghiera.

Brigida Abate

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: