1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Il Direttore del Tg2 a Pausa Caffè
0

Il Direttore del Tg2 a Pausa Caffè

Il Direttore del Tg2 a Pausa Caffè
0
0

Lo scorso 2 Maggio il talk show “Pausa Caffè” ha ospitato il noto scrittore, giornalista e poeta di origine partenopea Erri De Luca. Una punta di diamante dell’editoria narrativa Italiana ed autore di vari romanzi, tra cui alcuni ambientati in una Napoli suggestiva e retrodatata, quale quella che si apprezza in “Il giorno prima della felicità” e “Montedidio”. L’intervista, della durata di quindici minuti, ha rivelato – come da De Luca evidenziato – “quanto l’attuale ondata pandemica abbia positivamente contribuito ad anteporre l’interesse della Comunità per le arti in genere a quello consumistico ed economico, accrescendo quel bisogno umano ed innato di condivisione e socializzazione che le nuove tecnologie hanno per lungo tempo frustrato”. Lo scrittore ha, con occhio critico, definito le generazioni attuali come “sorprendenti e veloci, anche se poco associate e più sole a causa delle troppe opportunità virtuali e digitali”. Poi affermando come non esista alcun problema né nota negativa relativa ai giovani, che sono da considerarsi, invece, “una risorsa, una fonte inestimabile per l’avvenire sociale, culturale ed economico del nostro Paese”. Da un nome top della narrativa ad uno altrettanto top del giornalismo. Nella prossima puntata di domani, domenica 16 maggio, “Pausa Caffè”, con la collaborazione del giornalista Alfonso Piscitelli, ospiterà Gennaro Sangiuliano, scrittore e giornalista Italiano nonché Direttore del Tg2 della Rai. Durante l’intervista Sangiuliano presenterà “Reagan”, una sua biografia dettagliata ed avvincente sullo storico presidente conservatore degli Stati Uniti Ronald Reagan, oggi considerato negli Usa un importante patrimonio storico nazionale e che ebbe il merito di vincere la guerra fredda contro il comunismo sovietico, ristabilendo quei valori etici, culturali e morali del sistema liberal-democratico. Il superamento del regime comportò, infatti, una ripresa socio-economica, ed una spinta di ottimismo, pragmatismo e modernizzazione per gli Stati Uniti e per tutte le nazioni industrializzate dell’occidente, inclusa l’Italia. L’intervista farà emergere quanto anche oggi si avverta sempre di più un bisogno urgente di uomini liberi ed indipendenti che sappiano andare controcorrente, progredendo e distanziandosi dal pensiero della maggioranza.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: