1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Cervinara.com: più sicurezza, meno selfie.
0

Cervinara.com: più sicurezza, meno selfie.

Cervinara.com: più sicurezza, meno selfie.
0
0

Più sicurezza meno selfie. 

Ancora una volta Cervinara piomba in un’emergenza annunciata. Il Sindaco Lengua pensa bene di chiarire alla cittadinanza che la sospensione della didattica in presenza è sottratta alla disponibilità di un primo cittadino. Se ne lava le mani insomma, ma potere e responsabilità vanno di pari passo e quindi richiedono decisioni ferme, provvedimenti seri per evitare emergenze, e invece quella che già ci eravamo trovati ad affrontare lo scorso settembre sembra non aver insegnato nulla.

Questa incapacità di prevenire la crisi ha portato all’ennesimo stop dell’attività scolastica. Cervinara da lunedì si troverà nella paradossale condizione di avere le scuole chiuse e la contemporanea riapertura di molte attività grazie al passaggio della Regione Campania da zona rossa ad arancione. Un paradosso che viene amplificato dal totale lassismo in cui si sta lasciando il territorio. Non è, ancora una volta, una guerra tra i favorevoli e i contrari alla DAD. Non può essere questo il problema. La domanda che ci si pone è: l’Amministrazione Comunale sta facendo tutto il necessario per arginare il virus? Crediamo di no.

Esiste solo un modo per garantire il diritto alla salute dei cittadini e, contemporaneamente, salvaguardare scuola e lavoro: il controllo e il rispetto delle regole. Solo il controllo del territorio può evitare di esporre la scuola all’altalena di decisioni prese all’ultimo momento e i commercianti all’impossibilità di pensare alle riaperture finalmente a lungo termine. Come si possono garantire queste due fondamentali esigenze se l’impegno amministrativo si consuma in uno sterile e superficiale richiamo o nella ricerca del capro espiatorio? Tempo fa il Sindaco ha utilizzato i social per “rimproverare” le famiglie di alcuni ragazzi contagiati, oggi un consigliere di maggioranza, usa parole assolutamente non consone al suo ruolo, contro i nostri concittadini. Vorremmo capire se questi pensieri sono condivisi anche dagli altri amministratori e quando il Sindaco si deciderà a stigmatizzare l’accaduto. Un’amministrazione può fare altro. Deve fare altro. 

Infine ci preme dedicare l’attenzione alle famiglie che più di altre subiranno i contraccolpi della sospensione delle attività scolastiche in presenza. La questione scolastica, infatti, investe le vite quotidiane di famiglie che oggi hanno un enorme bisogno di aiuto. La rete di genitori e rappresentanti scolastici deve essere sostenuta e il nostro paese ne ha le possibilità. Chi ci amministra dovrebbe conoscere e collaborare con le reti associative per organizzare e creare sostegno alle famiglie più in difficoltà. La nostra associazione come tante altre è pronta e certa di trovare terreno fertile nella collaborazione e aiuto per Cervinara.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: