1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Cervinara. Non ci sarà la tradizionale salita a San Biagio, ma…
0

Cervinara. Non ci sarà la tradizionale salita a San Biagio, ma…

Cervinara. Non ci sarà la tradizionale salita a San Biagio, ma…
0
0

Come ogni anno a Cervinara si celebra per la domenica in Albis la solennità della festa di San Biagio da Sebastea “Armenia”. Una tradizione secolare scandita dai passi devozionali che percorrono il viottolo che conduce al monte Pizzone ove è sito l’eremo che ospita l’antica statua del Santo medico e vescovo e il cui spazio circostante diventa per l’occasione, punto di fermo proponimento ove si degustano dolci e rustici preparati in abbondanza…
Quest’anno, la “juta” a San Biagio non sarà possibile, date le restrizioni inerenti l’emergenza covid,non mancherà però la funzione religiosa e solenne celebrata dal sacerdote unitamente al popolo fedele presso la chiesa di Santa Maria della Valle.

Per questo 2021, il comitato festa San Biagio unitamente all’associazione culturale La Valle hanno voluto solennizzare la Santa Eucaristia di domenica 11 aprile ore 10:00 con l’invito portato alla Schola Cantorum Tota Pulchra della parrocchia di San Nicola Vescovo accompagnata all’organo dal noto Maestro Nicola Pisaniello, il gruppo dei cantori che ha emozionato il popolo fedele per le celebrazioni natalizie e pasquali e che ha ottenuto proprio il mese scorso mera soddisfazione e successo con la pubblicazione del disco “Gloria in exelsis Deo “per l’etichetta della casa discografica Kicco Music e in vendita in tutto il mondo.

La Santa Messa di domenica prossima, vuole essere un momento di autentica preghiera e riflessione, in un momento storico tanto delicato, ove l’intercessione del Santo potente sarà necessaria per rasserenare i cuori contriti e gonfi di tanto affanno.
Ancora una volta il popolo di Cervinara testimonia il forte desiderio e l’attaccamento alle proprie tradizioni come la viva devozione sotto un cielo ricolmo di fede e ardenti suppliche, il cui squarcio restituisce sospirare grazie…
Si ringraziano il parroco Don Renato Trapani e i sacerdoti Don Daniele Paradiso e Don Luca Cenerazzo.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: