1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Montesarchio, Tesa: Comune avvia procedura per bando lavori
0

Montesarchio, Tesa: Comune avvia procedura per bando lavori

Montesarchio, Tesa: Comune avvia procedura per bando lavori
0
0

Il Comune di Montesarchio avvia le procedure propedeutiche alla messa a bando dei lavori di ripristino del corso d’acqua del Tesa. In tal senso determina numero 104 dell’Area Pianificazione e Governo del Territorio a firma del Responsabile Domenico Duilio. L’importo dei lavori desunto dal quadro economico del progetto ammonta ad euro 213.775,49 di cui 203.282 come importo soggetto a ribasso e 10.493 per sicurezza non soggetta a ribasso. Nel dettaglio, si tratta di fondi di matrice regionale che, inizialmente, erano stati posti nella “gestione” del Genio civile che avrebbe dovuto, quindi, curarne la pratica. L’interessamento del sindaco Franco Damiano, invece, ha consentito che i fondi potessero essere spostati nella competenza del Comune di Montesarchio. Un passaggio che, ovviamente, garantisce tempi di esecuzione decisamente più celeri. E proprio nel tema delle competenze era vissuto e vive, di fatto, motivo di confronto-scontro tra Enti locali e Genio civile. Un tema generale, non solo montesarchiese, ma proprio di tutti quei Comuni i cui territori – molti nell’entroterra campano – sono solcati da corsi d’acqua quali torrenti e valloni. Ebbene, l’onere manutentivo di quest’ultimi ricade – come da norma generale – nel menzionato Genio con le singole Amministrazioni municipali che non possono in alcun modo procedere a proprie azioni di pulizia. Spesso e volentieri, però, chi competente non provvede ad una puntuale cura di siffatti corsi d’acqua che, colmi di vegetazione e rifiuti, non riescono a contenere le acque in occasione di precipitazioni più abbondanti con conseguente invasione dei terreni circostanti. In svariate occasioni, quindi, Franco Damiano – tornando al caso specifico montesarchiese – aveva sollecitato il Genio medesimo, anche attraverso atti formali di denuncia, a procedere ad attività di manutenzione proprio al fine di evitare inconvenienti a carico della Comunità. Ed è proprio e consequenziale, oserebbe dirsi, che un finanziamento di tale tipologia verrà gestito, come nel caso in questione, dall’Ente di Palazzo San Francesco. Che, ora, potrebbe avere aperto un importante precedente.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: