1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Sant’Agata, chiesa San Francesco: Lombardi chiede delucidazioni su gestione
0

Sant’Agata, chiesa San Francesco: Lombardi chiede delucidazioni su gestione

Sant’Agata, chiesa San Francesco: Lombardi chiede delucidazioni su gestione
0
0

Il consigliere comunale di opposizione Renato Lombardi ha chiesto, con nota posta all’attenzione dell’Ente comunale, di provvedere alla emissione di provvedimento di sospensione in autotutela relativamente alla affidamento della gestione della chiesa di San Francesco. “Nell’apprendere dai media locali della stipula di una convenzione tra il Comune di Sant’Agata de’ Goti e la Pro loco locale per la gestione, anche in via non esclusiva, della chiesa di San Francesco facente parte del complesso monumentale di San Francesco – ha esordito Lombardi –  con la presente si chiede, in autotutela, l’emissione di un provvedimento che sospenda tale procedimento di convenzione/concessione al fine di procedere, attraverso uno specifico atto di indirizzo amministrativo, all’avvio immediato di una specifica procedura di evidenza pubblica finalizzata a verificare se vi sono sul territorio altre entità associative che siano interessate alla gestione, anche in modo non esclusivo, della chiesa di San Francesco. Si chiede, inoltre – insiste anche esponente della Rocca dei Rettori – se, in relazione a tale procedura di affidamento, siano stati rilasciati nulla osta, pareri o certificazioni da parte del soggetto interno responsabile alla verifica sulla procedura attuata attestante la correttezza e rispondenza alla normativa di riferimento, ivi compresi gli aspetti pertinenti alla norma in materia di anticorruzione e, pertanto, se la procedura intrapresa è conforme alle norme che regolamentano e disciplinano la concessione del patrimonio pubblico a terzi senza ledere prerogative e funzioni altrui. Attesa poi la rilevanza artistica, architettonica e storica patrimoniale che riveste la chiesa di San Francesco – incalza Lombardi – lo scrivente chiede, altresì, se sia stato rilasciato il preventivo parere/nulla osta della Soprintendenza di Caserta/Benevento e se sia stata validata la progettazione/programmazione delle iniziative/eventi redatta a cura del preposto Ufficio Cultura, ivi compresi gli aspetti relativi alla custodia e inventari del patrimonio in essa custodito. Stante la rilevanza del Patrimonio pubblico interessato dalla iniziativa intrapresa, per la sua univocità e per i vari vincoli su essa esistenti, informa che la presente sarà inviata, per la opportuna e doverosa conoscenza, sarà inviata anche al Mibact al fine di verificare se la finalità che si intende perseguire con la convenzione approvata, allegando gli atti resi pubblici, sia coerente con le imprescindibili garanzie legate alla conservazione e valorizzazione dell’inestimabile patrimonio storico-artistico-architettonico e culturale”. 

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: