Home ARTICOLI Disguidi a Sant’Agata, Riccio scrive nuovamente a Gesesa
0

Disguidi a Sant’Agata, Riccio scrive nuovamente a Gesesa

0

“Pervengono allo scrivente numerosissime lamentale da parte di cittadini circa l’invio da parte di codesta società di “Raccomandate” in cui si invitano í cittadini al pagamento della fattura dei consumi idrici scaduta nel mese di novembre 2020″. Così esordisce nota inviata dal Primo cittadino Salvatore Riccio alla Gesesa, azienda che gestisce il servizio idrico anche a Sant’Agata dei Goti. “In mancanza del pagamento – prosegue il sindaco di Sant’Agata de’ Goti nella missiva inoltrata alla Spa – l’attivazione delle procedure di costituzione in mora e, per ultimo, la sospensione e disattivazione della fornitura. Lo scrivente, da una verifica, ha accertato che nelle stragrande moltitudine dei casi le fatture dei consumi idrici con scadenza novembre 2020 sono state, di fatto, recapitate dal servizio postale nella seconda quindicina di gennaio. Per il ritardato pagamento, quindi, non deve essere dare alcuna colpa al cittadino ma le cause vanno ricercate altrove. Con la presente , pertanto, si invita codesta società ad attivarsi affinché questi disguidi, per il futuro, non dovranno più verificarsi e di astenersi dal far pagare nella prossima fattura anche i costi delle “Raccomandate” inviate per i cittadini che hanno provveduto – la conclusione – al pagamento della fattura dopo la data di effettivo ricevimento della stessa”. Come ebbe a rivelarci un cittadino, per le spese di sollecito vi sarebbe stato un aggravio nei costi nell’ordine di 28 euro. Già in passato, si ricorda, il vertice di Palazzo San Francesco era stato costretto a manifestare il personale disappunto a Gesesa per diversa questione.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: