1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Tesa, sollecito M5S Montesarchio
0

Tesa, sollecito M5S Montesarchio

Tesa, sollecito M5S Montesarchio
0
0

Nota stampa Movimento Cinque Stelle Montesarchio

Come Movimento Cinque Stelle, nel 2018, sollecitammo il nostro sindaco ad intraprendere azioni formali per denunciare a chi di competenza la necessità di intervenire prontamente per la messa in sicurezza del torrente Tesa. Di lì a pochi giorni arrivò la notizia del finanziamento dei lavori di messa in sicurezza del torrente destinato a diversi comuni della provincia tra cui Montesarchio con 500 mila euro e Bonea con oltre 700mila.
Il Sindaco, in piena campagna elettorale per le provinciali, non perse occasione per attribuirsene il merito grazie al suo rapporto con De Luca.

Noi preferimmo andare personalmente presso il Genio Civile di Benevento per chiarire tutto l’iter e la responsabilità del progetto salvo verificare l’assoluta inerzia (formale e sostanziale) del nostro comune. Da allora il nulla!

Inverno 2019, dopo una abbondante pioggia, si ripresentarono le preoccupazioni dei cittadini e provvedemmo, ancora una volta, a chiedere di rendere esecutivo il progetto esistente e finanziato…Silenzio!

Inverno 2020, ennesima giornata di paura.
Martedì 26 gennaio il Mattino pubblica un nostro intervento nel quale reclamiamo la necessità di denunciare chi di dovere per le relative responsabilità e per gli eventuali danni causati dal maltempo.

Il giorno dopo, Mercoledì 27 Gennaio, la Giunta regionale, con decreto dirigenziale 32, approva in via provvisoria il trasferimento del finanziamento e l’esecuzione dei lavori al Comune di Montesarchio. Naturalmente ci auguriamo che i lavori saranno avviati in tempi stretti.

Vista l’autocelebrazione del Sindaco, ci chiediamo solo come mai per un finanziamento risalente a più di due anni fa (ottobre 2018), sia stato necessario trasferirne la competenza dal Genio Civile al Comune di Montesarchio.
Forse, visto il consueto immobilismo, il grande merito del nostro Sindaco si è tradotto in soli due anni e mezzo di attesa! Misteri della Regione e non solo…Ad ogni modo ci auguriamo che questo sia l’ultimo inverno trascorso nell’attesa della messa in sicurezza del Torrente Tesa.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: