Home ARTICOLI Arpaia, Diglio-Servodio all’attacco “Paese nell’abbandono e degrado”
0

Arpaia, Diglio-Servodio all’attacco “Paese nell’abbandono e degrado”

0

Nota stampa consiglieri comunali di minoranza del Comune di Arpaia Stefano Diglio-Mauro Servodio
Un Amministrazione comunale con una maggioranza inesistente e con un programma politico fallimentare ed approssimativo: questo è lo scenario attuale che tristemente dobbiamo riscontrare ad Arpaia. Una maggioranza che per l’approvazione del Bilancio di previsione, non avendo nemmeno il numero legale, è dovuta ricorrere alla seconda convocazione del Consiglio comunale, di fatto approvando un documento di fondamentale importanza con soli cinque voti, compreso il Sindaco, su undici Consiglieri. Ma pur volendo tralasciare un punto che, tuttavia, rappresenta il cardine della vita politica di un’amministrazione, ci preme far luce sulle attività intraprese dall’Amministrazione Comunale che ha ben pensato di bandire Concorsi pubblici in piena pandemia, in barba a regolamenti interni ed ai decreti ministeriali vigenti che di fatto impediscono qualsiasi procedura concorsuale ad eccezione di quelle in ambito sanitario, sottraendosi, nel mentre, alla richiesta di sospensione ed annullamento degli stessi da noi avanzata con nota protocollata in data 24 Dicembre 2020. Cosa ancor più grave in data 31 Dicembre 2020, in tempi record, la Responsabile del Servizio nominava le rispettive commissioni esaminatrici sulle quali sorge più di qualche dubbio sia per ragioni di mera opportunità politica, sia perché nelle stesse, certamente non a caso, non è presente come da regolamento comunale né il segretario comunale né alcun responsabile di settore. Dubbi che continueremo a sollevare nelle più opportune sedi di legge, considerato l’atteggiamento di arroganza e di indifferenza di tutto il consesso comunale (tecnici ed amministratori).
Vorremmo inoltre porre l’attenzione sulla costante presenza negli uffici comunali di due tecnici non incardinati nell’organigramma comunale che di continuo violano la privacy a cui sono vincolati gli atti amministrativi, ricevendo dalle loro “postazioni fisse” il pubblico e preparando atti per conto di uffici in cui il lavoro dovrebbe essere svolto, di regola, dagli operatori competenti. Per uno dei due, in particolare, abbiamo interpellato ufficialmente il Responsabile del personale e lo stesso Sindaco, chiedendo lumi in merito alla attuale posizione che lo stesso ricopre all’interno dell’Ente ed il perché, in più occasioni, riceva non soltanto il pubblico ma anche avvocati e tecnici. La risposta è stata elusiva con delucidazioni relative ad un periodo ormai precedente, ovvero al Settembre del 2019! Forse a qualcuno volutamente sfugge che siamo da poco entrati nel 2021? Attendiamo, pertanto, ulteriori delucidazioni in merito e lo chiediamo qui, pubblicamente, a mezzo stampa considerato che il Sindaco, nell’ultimo periodo, soffre la nostra presenza presso gli uffici comunali, che è dovuta esclusivamente all’espletamento delle funzioni di controllo che il popolo democraticamente ci ha attribuito. Di una cosa siamo certi : questa amministrazione naviga a vista, nell’incertezza più totale e perseguendo il solito fare politico in cui si prediligono gli amici ed i soliti volti noti, trascurando nel contempo anche il più regolare e fisiologico dei servizi, e lasciando, purtroppo, il paese nell’abbandono e nel degrado più totale.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: