1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Moiano, malore in strada: lo salvano col defibrillatore
0

Moiano, malore in strada: lo salvano col defibrillatore

Moiano, malore in strada: lo salvano col defibrillatore
0
0

La buona stella gli ha sorriso.
Una coincidenza di fattori favorevoli si è sposata, ben assemblandosi, per salvargli la vita.
Storia a lieto fine per un 60enne di Moiano strappato alla morte, nel senso squisito del termine, grazie al tempestivo uso di un defibrillatore.
Tutto si è verificato alle ore 16 circa di ieri pomeriggio quando, presso una macelleria di Moiano, non distante dalla chiesa di San Pietro, un cliente è crollato al suolo.
Senza preavviso alcuno.
Quanti sul posto, ipotizzato che la circostanza fosse da collegarsi ad una matrice cardiaca, hanno allertato il parroco don Iosif Varga che, presso la vicina Casa parrocchiale, detiene un defibrillatore acquistato, a suo tempo, con risorse della Comunità.
Il giovane sacerdote, recuperato tempestivamente il dispositivo salvavita, ha “trasportato” il medesimo presso la macelleria dove all’uomo, ancora senza sensi, si stava già praticando il massaggio cardiaco.
Ma a quel punto si e’ palesato altro problema: nessuno dei presenti, infatti, aveva mai utilizzato un defibrillatore.
E qui casca la seconda provvidenziale intuizione: don Iosif, infatti, ricorda che il barbiere che ha il salone poco distante, vale a dire Luigi Lanni, è volontario della Misericordia e, quindi, persona sicuramente competente nell’uso del dispositivo.
L’intuizione è esatta.
Lanni, infatti, giunto sul posto, si mette prontamente all’opera e riesce, al terzo tentativo, a recuperare il sessantenne.
L’ambulanza, intanto, sopraggiunge dopo circa 30 minuti quando, ormai, il presunto infartuato si è ripreso ed è pienamente cosciente.
Ovviamente si è provveduto al trasferimento in ospedale per i necessari accertamenti.
L’umana catena di collaborazione e la disponibilità del salvavita hanno fatto la differenza tra la vita e la morte.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: