Home ARTICOLI Defunti, la preghiera di Padre Antonio Rungi
0

Defunti, la preghiera di Padre Antonio Rungi

0

In occasione dell’annuale ricorrenza dei fedeli defunti, il 2 novembre, padre Antonio Rungi, teologo passionista, delegato arcivescovile per la vita consacrata della diocesi di Gaeta – originario di Airola – ha composta una speciale preghiera per i defunti di Coronavirus, affida all’attenzione e al partico esercizio della comunità cristiana di tutto il mondo, sia in questi giorni che precedono il 2 novembre e sia nell’ottavario di preghiera per tutti i defunti.

Preghiera da recitare a conclusione delle celebrazioni eucaristiche di questi giorni e dei prossimi giorni, a conclusione della recita quotidiana del santo rosario e di altre pratiche devozionali individuali e comunitari, per ricordare in modo sistematico – afferma padre Rungi – coloro che ci hanno lasciato in questo difficile tempo di pandemia che purtroppo non finisce. Pregare per i defunti morti per questo motivo è anche sostenere la speranza di tutti i credenti e gli uomini di buona volontà credono fermamente che da questa emergenza sanitaria a livello mondiale si esce fuori anche con la forza della preghiera e non solo della ragione e della scienza. Ecco il testo integrale della preghiera composta da padre Rungi e che è necessario fare conoscere e diffondere sul scala nazionale e mondiale”.

Guardiamo il cielo e la nostra preghiera

sale in alto per tutti coloro che in questo anno

hanno lasciato il mondo per l’eternità.

Fratelli tutti, soprattutto in questo momento di lutto,

ricordando quanti sono morti e non hanno ricevuto

neppure l’estremo saluto.

Noi siamo grati a questi nostri fratelli,

martiri del coronavirus, che ci hanno lasciato

il segno più evidente dell’ amore che si sacrifica

e si fa dono per salvare vite.

Signore accogli nelle braccia della tua bontà 

quanti, per l’epidemia, hanno lasciato su questa terra

il profumo della loro santità.

Noi non dimenticheremo mai più questi martiri della sofferenza

ed oggi specialmente li ricordiamo nell”annuale 

Commemorazione di tutti i fedeli defunti.

Signore spalanca la porta del Paradiso

a questi fratelli vittime della pandemia

e lascia a noi, poveri mortali,

il tempo di apprendere la nuova lezione della storia

di questi giorni, carichi di messaggi.

Amen.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: