Home ARTICOLI Ospedale Sant’Agata, il sollecito di Matera
0

Ospedale Sant’Agata, il sollecito di Matera

0

“La situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci impone delle delicate riflessioni, soprattutto alla luce della notizia trapelata ieri circa un imminente trasferimento di cinque wmedici dirigenti dall’ospedale di Sant’Agata dè Goti all’ospedale “Rummo” di Benevento”.

Così Domenico Matera, referente provinciale di “Fratelli d’Italia”.

“Da sindaco del Comune di Bucciano e da coportavoce provinciale di Fratelli d’Italia intendo esprimere la mia vicinanza e la mia solidarietà all’amico sindaco di Sant’Agata de Goti, Salvatore Riccio. Ho letto la sua dichiarazione e, condividendone il contenuto, faccio mio il suo appello. E’ inaccettabile che venga promosso e avallato da tutte le autorità competenti un provvedimento che mira a depotenziare ancora di più una struttura già accoltellata più volte negli ultimi anni. Durante la campagna elettorale, chi più e chi meno, quasi tutti hanno trattato il tema della Sanità ed in particolar modo la delicata questione che interessa il presidio ospedaliero di Sant’Agata. Ed oggi? Ovviamente oggi la cosa non interessa più a nessuno ed il problema viene, come sempre, scaricato sui cittadini che ne pagheranno le conseguenze. Chi è impegnato nella sfera pubblica, invece, a mio avviso – a prescindere dalla carica che ricopre – ha il dovere e l’obbligo morale di ribellarsi a questa gestione sanitaria scellerata della Regione Campania. Come ho sottolineato anche in campagna elettorale, ritengo che l’ospedale “De Liguori” rappresenti un perno fondamentale ed imprescindibile all’interno dello scacchiere della sanità sannita perché – qualora fosse messo in condizione di funzionare adeguatamente – riuscirebbe a decongestionare e far lavorare meglio anche l’ospedale “Rummo” di Benevento, spesso sovraffollato, con conseguenti disagi sia per i pazienti che per il personale sanitario. Il trasferimento dei cinque medici dirigenti, d’altro canto, non comporterebbe alcun vantaggio, anzi sarebbe solo un ulteriore sfregio a Sant’Agata e alla Valle Caudina che, invece, hanno urgente bisogno di un pronto soccorso funzionante che – con i reparti di Ortopedia, Chirurgia e Cardiologia strettamente collegati – riesca a dare risposte tangibili alla cittadinanza. Come Fratelli d’Italia siamo disponibili, una volta usciti dalla pandemia, ad organizzare un tavolo di lavoro con le associazioni, i comitati e i cittadini che da anni si battono per la rinascita dell’ospedale di Sant’Agata affinchè il nostro grido arrivi anche nelle stanze di Palazzo Santa Lucia dove – com’era prevedibile – a distanza di venti giorni dalle elezioni hanno già dimenticato ed abbandonato le esigenze del nostro territorio. Nel frattempo, in tutto questo caos, sarebbe utile che la Provincia di Benevento piuttosto che rimanere in silenzio dinanzi alle questioni che interessano i cittadini del Sannio, pensi di meno alle revoche punitive e solleciti la Regione Campania ad appaltare il progetto relativo al completamento della Fondo Valle-Isclero, infrastruttura che rappresenta un punto di snodo vitale per la sopravvivenza dell’ospedale di Sant’Agata. In conclusione, rivolgo il mio appello al Direttore generale Mario Ferrante perché prevalga il buon senso e s’inverta diametralmente la rotta: creiamo le condizioni necessarie affinchè anche in Valle Caudina sia garantito il diritto alla salute. Auspico che sul tema possano convergere tutte le forze politiche perché, ripeto, questa non è una battaglia di appartenenza o di colore politico, anzi è una lotta di civiltà che dovrebbe vederci tutti impegnati in favore del Sannio e dei cittadini. La politica e la pubblica amministrazione sono chiamate a fare la loro parte e a non sottrarsi alle responsabilità. Abbiamo un personale medico e sanitario eccellente che, soprattutto in questi mesi difficili, sta dimostrando tutto il suo valore combattendo in prima linea la lotta al virus. E’ arrivato il momento di non disperdere le energie e fare fronte comune per salvare l’ospedale di Sant’Agata dè Goti dal definitivo declino cui, di questo passo, è destinato”.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: