Home CULTURA Novara. Omaggio al Maestro Nicola Pisaniello da Cervinara.
0

Novara. Omaggio al Maestro Nicola Pisaniello da Cervinara.

0
“CERVINARA” diventa luogo pittoresco e poesia nella messa in scena del Barbiere di Siviglia presso il teatro Coccia di Novara omaggiando una stella luminosa della lirica,
il tenore caudino, Nicola Pisaniello. Avviene un fatto unico e raro durante l’esecuzione dell’opera 3 giorni fa per la Stagione lirica estiva del teatro Coccia cosi come il video riporta… il libretto del capolavoro rossiniano, interpretato dal tenore Pisaniello oltre 60 volte, recita:
“Quando per esempio cantava Caffariello”…e ad un tratto viene aggiunta la frase dal protagonista sotto indicazione ovviamente del regista, del direttore d’orchestra e delle maestranze del teatro, “Quando cantava il Maestro Pisaniello da CERVINARA”…
il pubblico che ha riconosciuto il nome del celebre cantante di Cervinara, ha sommessamente esultato durante la recita, unitamente ai critici teatrali che assistevano per elaborare le recensioni….
Un significativo omaggio per il tenore Pisaniello… questo felice evento segna la consacrazione di un artista vocalista unico,
un evento mai avvenuto nella storia dei cantanti lirici..
Innegabile il profondo carisma del Maestro Pisaniello che in giro per il mondo ha sfoggiato l’arte dell’ agilita’ vocale con grande classe, eleganza e stile.
Ottenere un tal e inaspettato riconoscimento in un teatro lirico di tradizione come il Coccia di Novara che da sempre e’ stato il trampolino per cantare al teatro la Scala, non e’ da tutti…
L’artista caudino da sempre ha portato nel cuore la Sua Cervinara come tutta la Valle caudina tanto da farla ricordare in un teatro d’opera di fama mondiale…
Pisaniello e’ cervinarese, anche Sanmartinese giacche ‘ la famiglia del suo papa’ che sono i canterini per eccellenza, tutti con belle voci, sono di San Martino, pare che il tenore abbia ereditato la voce della nonna Luisa che era di San Martino, la quale l’ha trasmessa al primogenito Luigi Pisaniello e compianto padre del tenore… La voce “è di carattere ereditario” spiega il Maestro come la scienza ci ha rivelato…
Pisaniello ha fatto della sua voce uno strumento unico e raro, l’incredibile estensione che si direbbe sovrumana, tanto da toccare le corde piu sovracute addirittura della gamma sopranile, fanno di lui un fenomeno unico e raro.
Ha eseguito I ruoli del tenore romantico come la Traviata e l’Elisir D’amore al teatro Coccia con la regia del professore Michele Mirabella, oltre al Viaggio a Reims di Rossini e Turandot…tanti altri ruoli in giro per il mondo senza tralasciare il repertorio Francese come l’Amant Anonime Nell’isola di Martinique e Cendrillon presso il teatro Giuseppe di Stefano a Trapani e tanto altro ancora…si attende ora il concerto del tenore in Vaticano dedicato a Madre Teresa di Calcutta che sara’ seguito dalle reti televisive nazionali,sara ‘ poi ripetuto a Londra e ancora lo vedremo in una transmissione televisiva nel prossimo ottobre di cui presto vi parleremo…Pisaniello e’ ormai un riferimento del belcanto non solo per la Campania ma per il panorama internazionale, assai riservato e silenzioso, preferisce dedicare il suo tempo allo studio e al servizio dell’arte che professa.
Egli stesso afferma che bisogna parlare solo quando vi e’ il costruttivo bisogno… conservare la voce solo per le cose importanti e comunicare soprattutto con l’anima…
sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: