Home ARTICOLI Airola, col mezzo del Comune sversa rifiuti
0

Airola, col mezzo del Comune sversa rifiuti

0

Fossero reali i sospetti, le circostanze emerse, si sarebbe al cospetto di una vicenda meritevole di essere iscritta all’albo dell’assurdo.

Perchè, a memoria locale, non si ricorda di una persona legata ad un Ente comunale – poco conta se come dipendente o se con un progetto a scadenza – che si è abbandonata ad attività non legali servendosi, per le finalità del caso, di un mezzo comunale. Con tanto di logo istituzionale.

La vicenda è stata gravata da riservatezza dato il particolare profilo della situazione. E solo oggi, in occasione del Consiglio comunale che prenderà il via alle ore 17, il sindaco Michele Napoletano offrirà la personale ricostruzione dei fatti.

Quello che emerge, ad oggi, è che un uomo che stava svolgendo un progetto presso il Municipio airolano e, in particolare, nel settore Manutenzione – qui scontando parte di pena comminatagli per diverse vicende dalla Magistratura – abbia preso il mezzo dell’Ente, caricato rifiuti da un’azienda e gettato questi in un’area periferica – quella di Ponte San Pietro.

Si tratta di taniche, fusti di provenienza industriale. Non robetta di poco conto. Molto probabile che un’azienda del luogo, per abbattere i costi di smaltimento, abbia consegnato il materiale al soggetto in questione.

E questi, probabilmente “coprendosi” con il mezzo del Comune, abbia caricato tale materiale per poi svuotarlo nelle campagne. Il materiale stesso è stato notato, martedi mattina, da un uomo che ha un fondo in quell’area. Quindi la chiamata di questi ai Carabinieri ed alla Polizia municipale con le Forze dell’Ordine che si sono recate sul posto per provvedere a recintare l’area prima di avviare le consuete procedure del caso.

Ma, proprio in quel momento, si è trovato a sopraggiungere nuovamente lo “sversatore” alla guida del piccolo mezzo dell’Ente – probabilmente per procedere ad un nuovo sverso.

Solo nelle immediate adiacenze il “dipendente” si è reso conto che sul posto già c’erano i Vigili. Quindi il tentativo di fuga e l’inseguimento. Una volta raggiunto, l’uomo avrebbe ammesso le sue responsabilità

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: