Home ARTICOLI Montesarchio, M5S “Acqua, situazione peggiora di anno in anno…”
0

Montesarchio, M5S “Acqua, situazione peggiora di anno in anno…”

0

Carenze idriche, la nota del Movimento Cinque Stelle

Come ogni anno, in questo periodo, si ripresenta il problema della mancanza di acqua per numerose zone del nostro paese.
La cosa grave è che la situazione peggiora di anno in anno a prescindere dai dati pluviometrici.
Da inizio legislatura, tra le prime questioni sollevate come opposizione, abbiamo messo in agenda la risoluzione dell’approvvigionamento idrico per la zona via Vitulanese alta.
Negli ultimi 15/20 anni, ad ogni campagna elettorale, ci hanno ripetuto il mantra della necessità di un intervento finanziariamente importante (circa 1 milione di euro) per risolvere questo problema.
Lo stesso Damiano già nel 2013 promise interventi mirati, ribaditi nel 2018.
Lungi da noi fare polemiche sterili, l’intento è contribuire alla verità per responsabilizzare le azioni politiche.
Nel settembre 2018, la Regione autorizza l’utilizzo dei residui di fondi delle leggi regionali 50 e 51 che danno la possibilità al Comune di Montesarchio di recuperare circa 1,4 milioni di euro.
Anticipiamo la notizia e chiediamo in modo ufficiale di destinare parte di queste risorse alla risoluzione del problema idrico per la zona alta.

In Consiglio comunale il sindaco risponde alla nostra interrogazione/proposta sostenendo che il progetto esiste ed è già cantierabile con un costo presunto di circa 1 milione di euro.

Tempo poche settimane e il Sindaco con la sua Giunta fa spuntare una soluzione mai presa in considerazione in 20 anni.
Il recupero di una fonte per migliorare la situazione…
Tanto basta a giustificare la spartizione di quelle somme per altri scopi tra i quali un parcheggio e relativo ampliamento stradale a Cirignano per circa 300.000 euro, manutenzione delle strade/dossi 190 mila e così via…
Per il problema idrico vengono preventivati circa 300.000 euro.
A quel punto manifestiamo in Consiglio il nostro scetticismo per questa sua scoperta alternativa e chiediamo di essere prontamente aggiornati sulle verifiche dei tecnici circa la percorribilità della soluzione.

Visto il silenzio, a distanza di mesi chiediamo ufficialmente al Sindaco un resoconto e, purtroppo, ci dice che la fonte non è utilizzabile.
A quel punto l’impianto di sollevamento dal Fizzo, che ricordiamo è sempre stato preventivato come da progetto in circa un milione di euro, diventa un progetto alternativo dal costo contenuto per circa 300 mila euro.
Per carità ne siamo contenti, ma qualcuno dovrebbe spiegarci perché nel primo consiglio e per 20 anni il costo è stato sempre di circa 1 milione di euro!
Due settimane fa, in consiglio, chiediamo, ancora una volta di essere aggiornati sulla questione e il Sindaco ci assicura l’immediata partenza dei lavori e la conclusione degli stessi in 40/45 giorni (metà/fine Agosto).
Siamo consapevoli che i problemi idrici sono da imputare in parte alla minore piovosità e in gran parte alla rete che necessita di manutenzione ordinaria e straordinaria, quindi sia di competenza del Comune che dell’Alto Calore.
Chi più del nostro Sindaco, ex Vice Presidente dell’Alto Calore, conosce la gestione disastrata e gli attuali problemi finanziari dell’Alto Calore.
Caro sindaco, le situazioni circa l’uso improprio dell’acqua o peggio di chi la ruba andavano e vanno denunciate da sempre, non soltanto nel momento in cui sui social monta, giustamente, una protesta per una situazione ormai vergognosa.
Quanto alla zona alta, l’acqua dovrà essere sollevata dal Fizzo e con la scarsità di risorse come pensa di migliorare la situazione ?

Come detto, l’analisi è lunga e complessa, ma non ci si può lavare le mani…senz’acqua

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: