Home ARTICOLI Airola, immobili Fossa Rena: interviene Falzarano
0

Airola, immobili Fossa Rena: interviene Falzarano

0

Nota stampa Giuseppe Falzarano Sunia

Nel confermare la convocazione del consiglio di amministrazione di stamattina, che ha affrontato il nodo presidente ACER di Napoli, confermiamo che l’unico atto ufficiale ad oggi frutto anche di un nostro lavoro di pungolo è la Delibera della Giunta Regionale n. 385 del 06/08/2019, che prevede per il comune di Airola un intervento di ristrutturazione edilizia del fabbricato ex Iacp, oggi ACER, contrassegnato dal numero 15, tramite un progetto pilota.
Tutto questo a seguito delle carenze strutturali accertate per il fabbricato in questione ex IACP ubicato in Airola (BN) alla Via Fossa Rena, in data 24 marzo 2019, per cui si è reso necessario (a nostro avviso forzato e senza trovare idonea sistemazione ) lo sgombero delle 9 famiglie residenti per preservare la pubblica e privata incolumità.
Cosi come l’ex IACP BN, a seguito delle opportune verifiche tecniche, ha accertato che occorre prevedere la demolizione e ricostruzione dello stabile in questione, stimando il costo dell’intervento in € 1.549.058,40 secondo le linee guida contenute nella DGR n. 279 del 24/06/2019.
Pertanto la regione Campania ha assegnato all’ACER – Agenzia Campana Edilizia Residenziale un finanziamento di 1.600.000 euro a copertura del progetto pilota, come individuato dalla Direzione generale al Governo del Territorio, per la sperimentazione di una procedura di appalto comprensiva degli incentivi fiscali statali eco e sisma-bonus, con particolare riferimento a quanto previsto dall’art. 10 del DL 34/2019 e di finanziare l’intervento di cui al punto 1 con i fondi ancora disponibili in giacenza presso la Cassa DD.PP., trasferiti alla Regione Campania con D.M. n. 1878 del 26/07/2000 e che saranno erogati all’ACER secondo le modalità di cui alla Convenzione stipulata in data 20/07/01 tra la Regione Campania e la Cassa DD.PP.
Ad oggi i lavori non sono ancora partiti, perché vi è allo studio sia la demolizione e ricostruzione del fabbricato contrassegnato dal civico 15, ma anche la valutazione di abbattere tutti i fabbricati e ricostruirli.
Ma questo solo per un calcolo razionale dato dal bonus energetico statale che copre il 110% dell’intera spesa, grazie ai fondi statali, che ad oggi non sono ancora disponibili e che mancano ancora i decreti legge. In tutto questo non centra la politica in special modo quella provincialistica , ma frutto di proposte a livello nazionale, anche e soprattutto dal Sunia che lotta per i fondi ERP = nuove costruzione di case popolari e incentivi all’affitto, per gli inquilini meno abbienti.
Questa è la situazione ad oggi il resto è solo politicuccia provincialistica per fare cassa in termini di consensi = voti. Il Sunia che non chiede voti resterà sempre a fianco degli inquilini tutti! Vigileremo su tutto per il ritorno degli inquilini nella propria casa e la sicurezza di tutti.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: