Home ARTICOLI Montesarchio. Una promessa mantenuta dal 1899
0

Montesarchio. Una promessa mantenuta dal 1899

0

Montesarchio ricorda anche al tempo del Covid l’11 giugno 1899


L’11 giugno 1899 fu un brutto giorno per l’agricoltura dell’intera Valle Caudina. Verso mezzogiorno il sole si oscurò, lampi e tuoni di una potenza straordinaria squarciarono il cielo. Fu il preludio di una grandinata che distrusse tutto il raccolto. I contadini allora, di fronte allo spettacolo terrificante e vedendo la loro fatica di un anno distrutta in pochi minuti, chiesero aiuto alla Madonna promettendo che ogni anno si sarebbero recati ai suoi piedi se si fossero salvati i loro prodotti. La Madonna esaudì il voto del popolo ed il raccolto fu abbondante. Da allora i fedeli si sono sempre recati la mattina dell’11 giugno ai suoi piedi. Ma chi lo avrebbe mai detto che nel 2020 non si sarebbe rinnovata questa tradizione? Chi avrebbe immaginato la pandemia del corona virus? La fede profonda però ha fatto sì che stamattina i fedeli si recassero ancora al Convento della Madonna delle Grazie in riconoscenza del voto ricevuto. Non si è svolta la storica processione ma a piccoli gruppi i fedeli si sono portati, rispettando le regole in vigore, ai piedi della Madonna. ”In questo momento delicato della nostra vita cristiana ci siamo ritrovati per chiedere qualcosa in più; abbiamo chiesto aiuto alla Madonna per allontanare questo brutto male che ha colpito tutti noi
Così don Ivan Bosco Rettore del Convento Madonna delle Grazie e vicario forania Caudina. E siamo in tema per citare un passo della Bibbia :”La preghiera è come la pioggia che nutre la terra e produce frutti (Isaia 55,10), Agisce oltre il visibile, nelle profondità della terra, e poi a poco a poco, nel momento più inaspettato, viene alla luce”.

Brigida Abate

(foto di repertorio)

foto del 2019
foto del 2019

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: