Home ARTICOLI Cervinara. Ritorna la castagna nostrana?
0

Cervinara. Ritorna la castagna nostrana?

0

RIPRESA DELLA CASTAGNA NOSTRANA
I risultati della lotta biologica al cinipide calligeno ( la cosiddetta mosca cinese), attraverso l’introduzione dell’insetto antagonista sta cominciando a dare i frutti sperati. A tal proposito vorrei evidenziare il grande impulso che e’ stato fornito dall’imprenditore agricolo Marchese Francesco che studiando a fondo il problema di come era stata affrontata la crisi in Piemonte, propose un protocollo al Comune di Cervinara che fu subito adottato dall’Ente nel 2015. Il protocollo oltre che l’inserimento dell’insetto antagonista il Torymus Sinensis ( sono stati effettuati centinaia di lanci nel nostro territorio) prevedeva regole importanti da osservare sia peri trattamenti che per le potature del castagno. Dopo anni di vacche magre si assiste quest’anno ad una buona e folta vegetazione delle piantagioni con una presenza di fiori significativa che vuole essere il preludio di una buona taccolta. La ripresa della produzione della castagna rossa di Cervinara costituisce un’ottima notizia per l’economia locale soprattutto in questo momento di difficolta’ economica a seguito dell’emergenza legata al Covid 19.
Infatti si assiste ad una buona e folta vegetazione delle piante di castagno e alla presenza significativa di fiori, il preludio di una buona raccolta.
La ripresa della produzione della castagna “La rossa “di Cervinara costituisce un’ottima notizia per l’economia locale soprattutto in questo momento di grave crisi economica legata al Covid 19, sia per il lavoro che per l’indotto che puo’ generare, in primis la meravigliosa Sagra di Castello, che nel suo quarantennale dell’anno scorso ha visto la presenza di ben cinquantamila visitatori.
Il Sindaco
Filuccio Tangredi

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: