Home ARTICOLI Tfr agli ex Benfil, nota di “Io sto con Airola”
0

Tfr agli ex Benfil, nota di “Io sto con Airola”

0

nota “Io sto con Airola”

Apprendiamo da alcune testate che il Sindaco di Airola Michele Napoletano avrebbe diffuso la buona notizia che gli operai della ex Benfil di Airola avrebbero
finalmente ricevuto il pagamento del Tfr.

In particolare, lo stesso avrebbe affermato che la vendita della Tessival avvenuto tre anni fa, ha creato la liquidità necessaria per chiudere una vertenza sindacale che si trascinava ormai da tempo,
aggiungendo che già in settimana i lavoratori potranno avere accreditato sul loro conto corrente quanto gli è dovuto.

Il Sindaco pur di attribuirsi meriti che non ha, anche in questa occasione, ha preso come si suol dire “fischi per fiaschi”, dimostrando ancora una volta di non
sapere neanche di che cosa parla, con il rischio a dir poco grave di ingenerare confusione e false aspettative in alcuni lavoratori già travagliati dalle note
vicende che hanno interessato il Contratto d’area.

La liquidazione del TFR a favore dei lavoratori della ex Benfil s.r.l. (e non della Tessival) – come risultante dalle cronache giudiziarie – è avvenuta a seguito di un contenzioso giudiziale (e non sindacale) instaurato in
danno dell’azienda.

La Tessival sud s.r.l. è una società diversa dalla
Benfil s.r.l. e la vendita del relativo capannone non c’entra assolutamente nulla con la liquidazione del TFR degli ex operai della Benfil!

Apprendiamo, inoltre, da alcuni lavoratori interessati che non è assolutamente vero che ci sarà un accredito sul conto corrente, avendo quest’ultimi ricevuto un mandato di pagamento da riscuotere presso la Banca di
riferimento”.
Il Sindaco più che preoccuparsi di diffondere notizie pur di avere in qualsiasi modo visibilità, dovrebbe prestare maggiore attenzione alle problematiche del nostro Paese, la cui causa è in gran parte attribuibile
alla sua responsabilità politica.

Solo per rinfrescare la memoria, ricordiamo all’attuale Sindaco che le aziende tessili Benfil s.r.l. e Tessival sud. S.r.l., a seguito dell’ottenimento di cospicui finanziamenti pubblici nel 2003, quando egli stessofaceva parte della Giunta comunale, si sono insediate negli stabilimenti dalla ex Alfa Cavi (gruppo Pirelli) e dopo appena cinque anni hanno cessato le attività.
Dopo un periodo di cassa integrazione, gravante sull’intera collettività, quando egli già rivestiva la carica di Sindaco, le medesime aziende citate hanno licenziato tutti i lavoratori nel 2013, senza pagare un euro per il trattamento di fine rapporto.

Il Capannone della ex Benfil che – ribadiamo – è diverso da quello della Tessivals.r.l., è stato dato in affitto dal Comune di Airola, in persona dell’attuale Sindaco, alla Adler s.r.l. che non solo non ha assorbito se non pochissimi lavoratori dell’area di crisi ex Benfil-Tessival, lasciando tutti gli altri al proprio fragile destino ma, a tutt’oggi, come denunciato invano dall’opposizione in tempi non sospetti, non è in regola con il pagamento del canone annuo di locazione fissato in 260.000 euro oltre iva, oltre rivalutazione annuale.

Liquidità, si questa, che se fosse stata incamerata al tempo debito da parte dell’Ente avrebbe consentito di porre rimedio ad una serie di inefficienze delnostro amato paese che sono sotto gli occhi di tutti i cittadini e che non ci stancheremo mai di denunciare.

Della serie “Chi non conosce la storia o meglio non la ricorda, è condannato a ripeterla”.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: