Home ARTICOLI Piccole imprese, dalla Regione contributo di 2.000 euro
0

Piccole imprese, dalla Regione contributo di 2.000 euro

0

Arrivano interventi concreti da parte della Regione Campania per sostenere le attività in affanno durante il corrente momento epidemiologico.

Palazzo Santa Lucia ha appena posto in essere misura al fine di sostenere i piccoli imprenditori nella fase emergenziale contribuendo, in tal modo, ad attenuare gli effetti socio-economici derivanti dalla repentina interruzione delle attività produttive.

In particolare – come viene spiegato attraverso l’interfaccia web della Regione – sono destinatari del contributo le microimprese (imprese artigiane, commerciali, industriali e di servizio con meno di 10 addetti e fino a 100.000 euro di fatturato) che rientrano nei settori colpiti dall’attuale crisi economico finanziaria.

Il sostegno, è ulteriormente spiegato, consiste in un contributo una tantum di 2.000 euro erogato nel mese di aprile 2020 ed è erogato sulla base di una apposita istanza presentata dal rappresentante legale dell’impresa sulla piattaforma dedicata.

I contributi sono concessi in conformità con le disposizioni di cui al “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” adottato dalla Commissione Europea con la COM(2020) 2215 del 3 aprile 2020.

Con provvedimento della Direzione generale per lo Sviluppo economico e le Attività produttive è approvato l’Avviso nel quale sono dettagliati i requisiti di partecipazione e le modalità di presentazione delle domande che dovranno comunque essere acquisite mediante un processo interamente informatizzato.

La Direzione generale per lo Sviluppo economico e le Attività produttive è autorizzata a liquidare i contributi fino ad esaurimento delle risorse disponibili sulla base di quanto dichiarato dal legale rappresentante dell’impresa o dall’intermediario abilitato ai sensi del Dpr 445/2000 e a disporre verifiche campionarie successive sulle dichiarazioni stesse.

Sono disposti, infine, i necessari accorgimenti ai sistemi informativi della Regione Campania affinchè le erogazioni alle imprese beneficiarie vadano a buon fine con tempestività.

Tale misura viene attuata anche mediante la collaborazione istituzionale del sistema delle Camere di Commercio, degli ordini professionali dei dottori commercialisti nonché con gli intermediari abilitati alla presentazione telematica delle dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate, ai sensi del Dpr 22 Luglio 1998, numero 322, articolo 3, commi 3.

A tal fine, la Direzione generale per lo Sviluppo economico e le Attività produttive è autorizzata a stipulare appositi accordi e/o intese in modalità semplificata.

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: