Home ARTICOLI Coronavirus. Fucci: purtroppo sono stato profeta di sventura, 28 casi nel Sannio
0

Coronavirus. Fucci: purtroppo sono stato profeta di sventura, 28 casi nel Sannio

0

CORONAVIRUS: PURTROPPO SONO STATO PROFETA DI SVENTURA: 28 CASI NEL SANNIO OLTRE AI 14 CONTAGIATI GIA’ RICOVERATI AL S. PIO.    GIA’ 5 DECESSI. 

POLITICI SANNITI, PRESIDENTE DE LUCA, ORA COME FAREMO AD AFFRONTARE L’EMERGENZA CON 5 POSTI DI TERAPIA INTENSIVA E QUALCHE VENTILATORE POLMONARE? 

E CON UN RAPPORTO TRA TERAPIA INTENSIVA E POPOLAZIONE DI 1 OGNI 50 MILA ABITANTI NEL NOSTRO SANNIO? ME NE SARÀ DATO ATTO CHE AVEVO RAGIONE?

ANCORA VEDO GENTE COLTIVARE IL SUO PICCOLO ORTICELLO CON SLOGAN, SENZA BATTERSI PER I POSTI DI TERAPIA INTENSIVA!

Avevo sperato con tutto il cuore che la chiusura scellerata della Regione , quindi , di DE LUCA, nei confronti delle esigenze sanitarie del Sannio potesse trasformarsi seppure in una parziale apertura. Il nostro Sannio, isolato e senza idonee vie di collegamento, lontano dalle autostrade , subisce , cosa che speravo non avvenisse, nelle ultime ore, un incremento considerevole di contagiati. Siamo arrivati a 28 postivi, oltre ai 14 contagiati già ricoverati al S. Pio, senza essere ancora arrivati al picco della pandemia. È, purtroppo, possibile che non pochi avranno bisogno della terapia intensiva, ma ciò non ha smosso di un millimetro la chiusura del governatore De Luca e l’ assurdo silenzio delle istituzioni politiche sannite, perché il Sannio quanto ai posti di terapia intensiva rimane nel rapporto di un 1 ogni 50 mila abitanti, mentre le altre provincie campane hanno il privilegio di un 1 posto ogni 11 mila abitanti. De Luca riapre ospedali nella sua Salerno, dotandoli di terapia intensiva, e dispone la realizzazione di 3 ospedali da campo, dotati di terapia intensiva a Salerno, a Napoli, a Caserta, aumentando anche i posti di terapia intensiva in Irpinia, mentre lascia i Sanniti con pochi posti di terapia intensiva, nel solo ospedale pubblico del capoluogo sannita, lasciando chiusi gli ospedali di Cerreto Sannita e di San Bartolomeo In Galdo e lasciando privo di terapia intensiva l’ospedale di S. Agata De Goti. Eppure tutti sanno che per raggiungere Benevento, dal Fortore, occorrono almeno 3 ore, mentre ne occorrono oltre 4 per raggiungere l’ ospedale di Napoli o di altre provincie. Anche dalla Valle Caudina e dalla Valle Telesina, per la mancanza di strade idonee, occorre almeno un ora per giungere a Benevento e non meno di 2 ore per raggiungere gli ospedali di Napoli e delle altre province campane. Quale destino più triste e tremendo poteva essere riservato all’antico Sannio?  De Luca e i politici sanniti conniventi, che hanno adottato il silenzio più tremendo nei confronti di De Luca, porteranno sulla coscienza il destino, speriamo non infausto, dei Sanniti!

Vittorio Fucci già Assessore Regionale e Pres.te “Progetto Sannio”

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: