Home ARTICOLI Durazzano, la tragedia di Roberto: ok all’espianto degli organi
0

Durazzano, la tragedia di Roberto: ok all’espianto degli organi

0

Un volontario della Misericordia in forza al gruppo di Montecatini Terme era riuscito a estrarre, praticando la nota manovra di Heimlich, il pezzo di carne che stava ostruendo le vie respiratorie del povero Roberto Posillico. Il troppo tempo, però, in cui l’uomo è rimasto senza ossigeno è stato fatale ai fini della sopravvivenza dello stesso.

Emergono drammatici particolari relativamente alla serata di Sabato allorquando il 36enne di Durazzano, mentre cenava all’interno di un ristorante di proprietà di un concittadino nella cittadina toscana, si era affogato mentre stava consumando una portata a base di carne.

Il ragazzo era immediatamente entrato in difficoltà tra il panico dei presenti: scene di concitazione, urla, quindi l’arrivo del commensale che si trovava in un altro piano dell’attività ristorativa e che aveva udito il fracasso. Quindi la manovra riuscita con successo. Roberto, però, non aveva più ripreso conoscenza, neanche dopo l’immediato trasferimento al “Santi Cosma e Damiano” di Pescia.

Dove è spirato ieri pomeriggio dopo 3 giorni di coma. Da subito, però, la situazione era parsa drammatica con la morte cerebrale dichiarata quasi nell’immediatezza del ricovero. Ieri, poi, anche il cuore ha cessato di battere con la famiglia che, con atto di grande altruismo, ha dato l’assenso all’espianto degli organi. Nelle prossime ore si dovrebbero avere novità rispetto allo svolgimento del rito funebre

sponsor

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: