1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Cervinara. Il “lupo” di Ruowang: al mio segnale scatenate l’inferno.
0

Cervinara. Il “lupo” di Ruowang: al mio segnale scatenate l’inferno.

Cervinara. Il “lupo” di Ruowang: al mio segnale scatenate l’inferno.
0
0

Ieri abbiamo pubblicato in anteprima sulla nostra pagina facebook il lupo di Liu Ruowang posizionato temporaneamente in Villa Comunale. La sua collocazione definitiva dovrebbe essere Piazza Ioffredo che al momento è interessata da lavori di recupero (che a quanto pare hanno avuto un rallentamento…). Un lupo che “difende” la montagna dall’opera sconsiderata dell’uomo, in memoria della tragica alluvione del 1999 dove persero la vita cinque persone.


Dopo pochi minuti dalla pubblicazione delle foto si è scatenato l’inferno.
Commenti di ogni tipo: non è un lupo, è brutto, fa paura, soldi sprecati, ci sono cose più importanti da fare e via dicendo. Certamente non sono mancati apprezzamenti. Da quel poco di esperienza nella comunicazione maturata in questi 35 anni di attività del settore ritengo che il “lupo” ha già avuto il suo perché: “Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli” Oscar Wilde docet.
La seconda considerazione è relativa alla presenza dell’autore con un’altra installazione, certamente più importante come impatto mediatico, a Napoli a Piazza Municipio. Ma, sempre secondo il mio punto di vista, potrebbe essere un’arma a doppio taglio: un boomerang positivo per Cervinara oppure relegare l’opera cervinarese in ambito strettamente locale con poca eco. Sicuramente non si avrà lo stesso impatto mediatico e promozionale che ha avuto la chiave di Milot perché gli occhi saranno puntati sulla maestosa installazione dei 100 lupi in Piazza Municipio.

La politica fa delle scelte. Scelte che richiedono coraggio perché movimentano soldi pubblici e che possono essere non condivise dai più e generare critiche. Non tutti la pensiamo allo stesso modo.
Venerdi, come si legge dal comunicato di seguito riportato, ci sarà l’incontro di presentazione.
L’Amministrazione avrà l’occasione per spiegare questo progetto, i costi, se sono fondi per la cultura o se si tratta anche di un intervento con fondi comunali. La gente vuole solo capire e magari apprezzerà il coraggio di una scelta che solo il tempo potrà confermare se giusta o meno.
E Forse, chi oggi ha criticato d’istinto dedicherà qualche minuto per un selfie con il “LUPO”.

@gianfrancomarchese

di seguito il comunicato ufficiale.

Liu Ruowang con Wolves Coming a Cervinara


Liu Ruowang (Jia Xian, 1977), uno tra i maggiori artisti contemporanei della Cina, torna in Italia come protagonista della rassegna wolves coming a Cervinara.   

Dopo la biennale di Venezia e dopo l’apertura della mostra in Piazza Municipio a Napoli, il 15 Novembre approderà a Cervinara  Liu Ruowang  nell’ambito del progetto di più ampio respiro “La Corona di Caudio“, che raggruppa vari comuni della Valle Caudina che ne hanno sviluppato i contenuti ed ottenuto la promozione dalla Regione Campania, la cui direzione artistica della rassegna è stata affidata a Matteo Lorenzelli della galleria Lorenzelli Arte.

Nell’occasione il Comune di Cervinara unitamente alla Pro loco “A. Renna” e all’Istituto omnicomprensivo “De Sanctis”, il giorno 15 Novembre alle ore 10.30 presso la sala della legalità al Palacaudium presenterà nell’ambito di un convegno l’artista cinese agli studenti e alla cittadinanza tutta, l’ingresso sarà gratuito ed aperto a tutti.    

 Liu Ruowang  contribuirà con la propria arte alla promozione del territorio di Cervinara e alla valorizzazione delle tradizioni della Valle Caudina. 

Liu Ruowang è noto in Italia per Wolves Coming, un’installazione dal potente effetto scenografico allestita nel Padiglione San Marino alla Biennale di Venezia del 2015 che rappresentava un gruppo di lupi dalle fauci insanguinate mentre si avventa minaccioso contro un guerriero che li tiene a bada. Proprio la figura di questo animale, così cara all’artista cinese, è il soggetto della sua installazione per Cervinara una scultura, che raffigura un lupo, il “Lupo di Cervinara” che verrà infatti esposta inizialmente in Villa Comunale per presentarla alla cittadinanza e poi collocata nella frazione di Ioffredo, una scelta coraggiosa e carica di significato. 

Il lupo, emblema di fierezza, da sempre è il simbolo dell’Irpinia. 

Da tempo sembrava che fosse estinto in quest’area, ma negli ultimi anni sono stati numerosi gli avvistamenti documentati che ne attestano il ritorno. Il lupo rappresenta l’identità locale, le sue origini e la montagna, che con la sua flora e la sua fauna è sicuramente la più grande ricchezza da difendere e valorizzare. 

Anche il luogo destinato all’installazione dell’opera, la frazione di Ioffredo, è altrettanto simbolico per la memoria collettiva locale: la frazione infatti fu colpita e in parte distrutta da un evento franoso che si verificò nel dicembre 1999, in seguito al quale vi furono sei vittime e diversi feriti. Il lupo di Liu Ruowang sarà posto lì, a memoria dei cittadini che persero la vita nella tragedia e come simbolo di forza e rinascita del territorio che ha deciso di ripartire rinsaldando il rapporto con la sua ricchezza più grande: il rispetto per la natura e l’amore per la montagna.

La scelta di Matteo Lorenzelli come direttore artistico di un progetto così sentito non è casuale. La collaborazione ed il rapporto di stima e fiducia reciproca tra la Lorenzelli Arte e il Comune di Cervinara nasce già nel 2017, anno in cui nell’ambito del progetto Cervinarte  realizzato unitamente alla Pro loco “A. Renna” di Cervinara, è stata collocata nella rotonda che segna l’ingresso al paese la ormai celebre Chiave di Milot, un’enorme scultura che raffigura “La Chiave di Cervinara” donata dall’artista Milot alla città come ringraziamento per averlo accolto molti anni prima in fuga dall’Albania e che ha ottenuto grande risonanza mediatica per il suo pregio artistico e per il grande significato umano ed etico.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: