1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Luna rossa | Come ammirarla e fotografarla al meglio in Valle Caudina
0

Luna rossa | Come ammirarla e fotografarla al meglio in Valle Caudina

Luna rossa | Come ammirarla e fotografarla al meglio in Valle Caudina
0
0

Il nostro Direttore, Angelo Marchese, fotografo professionista con oltre 40 anni di esperienza, consiglia come fotografare l’Eclissi lunare e la “Luna rossa” di questa sera, che ammireremo per una durata 1 ora e 43 minuti circa.

“Il fenomeno della Luna rossa è una conseguenza del filtraggio dei fasci di luce verdi e viola, da parte dell’atmosfera che fa passare solo quelli rossi per effetto dello Scattering di Rayleigh. Tutto avrà inizio al tramonto. L’eclissi lunare si verifica quando la luce del sole viene bloccata dalla terra che si frappone tra luna e sole creando ombra alla luna. La condizione primaria per poter osservare e/o fotografare il fenomeno è l’assenza di nuvole. Ideale, quindi, sarebbe avere un cielo limpido. Indispensabile sarà, se vogliamo guardare il fenomeno con un buon contrasto, portarsi in un luogo poco illuminato dalle luci della Valle Caudina. Un punto come una collina è l’ideale. Nella nostra valle non mancano luoghi da dove poter ammirare lo spettacolo. L’assenza di luci parassite è valida, a maggior ragione, per fotografare il fenomeno. La posizione della Luna, durante l’Eclissi, sarà verso Sud-Est del cielo. Per capirci, guardando dalla Torre di Montesarchio, la zona di cielo sopra le frazioni Ioffredo-Ferrari di Cervinara.

Come fotografare? – Dopo aver compreso la traiettoria che percorrerà la Luna nel cielo, prepariamo l’attrezzatura. Indispensabile per ottenere un ottimo risultato: una buona reflex, un cavalletto stabile e un obiettivo di focale almeno di 200mm, meglio se 400mm o 600mm. Impostare la reflex su Iso 100, per non far registrare al sensore digitale troppo rumore, diaframmare a f.8 o a f.11, per sfruttare al massimo la qualità delle lenti dell’obiettivo e, infine, regolare l’otturatore in base all’esposizione della scena che, per questa luminosità si dovrebbe aggirare tra il 1/60 ed 1/250. L’esposimetro della Vs. reflex ed un preview sul monitor vi saranno di sicuro aiuto. Possiamo scegliere di inquadrare anche, a mò di quinta e per aver contezza della grandezza della Luna, qualcosa come un palazzo, un castello, un albero, etc… . Attenzione ad essere pronti per effettuare gli scatti perché il movimento della Luna sarà incredibilmente veloce. Il cavalletto vi aiuterà a limitare il mosso del “nostro” soggetto che, ricordo si trova a più di 380.000 km di distanza da noi, con tempi di esposizione lunghi ogni minimo movimento diventa incontrollabile.

Eviterei di fotografare il fenomeno con un cellulare: sarebbe tempo sprecato ed i risultati non sarebbero soddisfacenti. Perdereste uno spettacolo unico e non vi rimarrebbe nulla.

Attendiamo, ora, i Vs. scatti che pubblicheremo su UserTv.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: