1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Airola, Maltese “Le chiacchiere di Airola bene comune…”
0

Airola, Maltese “Le chiacchiere di Airola bene comune…”

Airola, Maltese “Le chiacchiere di Airola bene comune…”
0
0

da Giuseppe Maltese, “Democrazia e Partecipazione

Il comunicato stampa della maggioranza a seguito del Consiglio Comunale del 26.05.2018 non rende giustizia ai fatti accaduti negli ultimi sette mesi e le chiacchiere di Airola Bene Comune (smentite dal deliberato Consiliare 44 del 5.10.17) non possono prevalere sui fatti denunciati dalla minoranza perché questi ultimi sono basati sugli atti verbalizzati dalla Commissione Ecologia Ambiente e Salubrità. I cittadini di Airola hanno segnalato problematiche ambientali (rumori, polveri sottili in sospensione nell’aria e cattivo odore) in “zona Caracciano”, recepite dal Consiglio Comunale di Airola con la delibera n. 44 del 05.10.2017, attraverso la quale il Sindaco, la Giunta e gli Uffici Comunali hanno ricevuto precisi compiti: “richiedere alla Regione la verifica delle Autorizzazioni delle emissioni in atmosfera da parte delle aziende insediate in zona Caracciano; verificare le autorizzazioni di chi sversa nell’impianto fognario di Airola; adeguare il Piano di zonizzazione acustica e il PUC”. Il monitoraggio politico dell’assolvimento di tali compiti è stato affidato alla Commissione Ecologia Ambiente e Salubrità e portato a termine nei tre mesi previsti: “Il Sindaco, gli Assessori e la Giunta tutta, non hanno assolto i compiti loro affidati e non per colpa degli Enti esterni ma perché non lo hanno fatto e basta.” Inoltre, per vedere convocato il Consiglio Comunale aperto, per rispondere sui questi risultati, i Consiglieri di Minoranza, il 2 maggio 2018 sono stati costretti a denunciare i fatti al Prefetto. Ciononostante, nell’interesse generale dei cittadini, in sede consiliare la minoranza ha confermato l’impegno in commissione, precisando che quest’ultima non potrà sostituirsi al Sindaco ed agli Assessori (per Legge) e proponendo di sollecitare la Giunta perché dia seguito con concretezza a quanto di competenza, in osservanza al deliberato n. 44 del 5 ottobre 2017 ed estendendo le azioni su tutto il territorio comunale. In particolare: adegui il Piano di zonizzazione acustica e il PUC; richieda alla Regione la verifica delle Autorizzazioni delle emissioni in atmosfera da parte delle aziende di Airola; appronti una situazione degli sversamenti nelle fognature di Airola; regolarizzi le situazioni di chi sversa da anni nell’impianto fognario di Airola, senza risultare all’Ufficio Tributi, ancorché regolarmente autorizzate; verifichi tutte le concessioni date alle aziende presenti sul territorio, al fine di realizzare una chiara ed usufruibile situazione in termini di Sicurezza e Tutela Ambientale.
Al prossimo Consiglio Comunale, il Sindaco e gli Assessori, dovranno rispondere sulle risultanze di tali attività.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: