1. Home
  2. web
  3. ARTICOLI
  4. Arpaia, la storia emerge da sotto l’Appia
0

Arpaia, la storia emerge da sotto l’Appia

Arpaia, la storia emerge da sotto l’Appia
0
0

Un pezzo di storia emerge dal sottosuolo di Arpaia. La vicenda della voragine apertasi lungo la Statale Appia, tempestivamente riparata grazie all’ottima sinergia Comune-Anas, ha presentato un risvolto inatteso. Gli operai dell’azienda che gestisce la rete, infatti, calatisi nel sottosuolo per tentare di comprendere le origini dello smottamento determinatosi nel terreno sottostante la carreggiata – si parla di uno squarcio profondo tra i 3,5 ed i 4 metri di profondità – hanno “scovato”, letteralmente, un piccolo tesoro di antica ingegneria. Si tratta, in particolare, di un tunnel di origine borbonica (?) che aveva ed ha tuttora la funzione di raccogliere le acque del vallone Pisciariello. Un’opera di notevole profilo, specie se rapportata al tempo in cui si ebbe a mettere mano (un momento non precisato del secolo Ottocento). Il tunnel, alto circa 2,5 metri per un paio di larghezza, corre sotto il paese ed è ricoperto da uno strato di pietra viva e da un altro superiore di tufo. Come detto, la sua funzione era quella di radunare l’acqua della montagna, convogliandola e facendola sfogare in modo ordinato. Da sempre si era parlato dell’esistenza di questa condotta, come una specie di leggenda metrolopolitana, ma mai alcuno vi aveva messo piede. La fattura dell’opera sembra da ricondursi a circa 150-200 anni addietro sebbene la sensazione sia che in fase borbonica si sia intervenuto su un tracciato ancora più antico, sfruttando infrastrutture preesistenti e le cui origini correrebbero ancora più indietro nei secoli. Non è chiaro per quanti metri si sviluppi il tracciato che, in diversi punti, interseca altri secondari. Probabile che la Soprintendenza accenderà i riflettori sulla vicenda, anche considerando che questi territori incrociano vicende centrali della storia romana quale quella delle Forche caudine. Attenzione, appunto finale, al fai-da-te: mai avventurarsi in modo autonomo nel sottosuolo dal momento che all’interno si potrebbero sprigionare pericolosi miasmi.

sponsor
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: